Cerca

Salva-Sallusti o salva-politici?

La casta salva i Fiorito
poi stanga i giornali
a colpi di multe e rettifiche

Il Parlamento blocca il decreto taglia costi della politica. Ma fa slittare il dimezzamento delle pene pecuniarie previste per la diddamazione
La casta salva i Fiorito
poi stanga i giornali
a colpi di multe e rettifiche

 

Mentre il Parlamento boccia il commissariamento delle Regioni, bloccando il decreto sui tagli ai costi della politica, stanga la stampa che (tra i suoi vizi e meriti) tanto ha fatto in questi mesi per denunciare gli sprechi della casta. La legge cosiddetta "salva-Sallusti", dietro l'abolizione del carcere per il reato di diffamazione, assume sempre più gli aspetti di una "vendetta". I temi in discussione sono due: le pene pecuniarie e l'obbligo di rettifica.

Sul primo punto, è slittata l'approvazione della riduzione (del 50%) del tetto massimo della pena pecuniaria, ora fissata a 100mila euro (con un minimo di 5mila). I relatori della legge hanno preferito non far mettere ai voti l'emendamento (la cosiddetta "modifica lenitiva") che, visto l'atteggiamento ostile e di "tutti contro tutti" dell'aula non sarebbe con ogni probabilità comunque passata. Sono però stati votati con alcuni emendamenti i primi commi della legge. Secondo quanto già approvato, quindi, i giornali hanno l'obbligo di pubblicare integralmente una rettifica del presunto diffamato sempre in testa di pagina e comunque on le stesse caratteristiche tipografiche e negli stessi spazi della notizia che si vorrebbe rettificare. Per il giornalista, non c'è possibilità di verificare la fondatezza della rettifica: potrà anche essere falsa, ma andrà comunque pubblicata. In caso di mancata pubblicazione, la sanzione va da 15mila a 25mila euro, più una multa per ogni giorno di ritardo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • massimol71

    27 Ottobre 2012 - 10:10

    La casta è sinonimo di cosa nostra, quindi abbiamo capito tutti dove sta. Personalmente, ho sempre sostenuto che esiste un certo triangolo delle bermude: stato, mafia, chiesa (vaticano) dove abbiamo un papa tedesco come la merkel e che quest'ultima vorrebbe comandare l'Europa intera. Gli italiani sono felici di ciò perchè se ne stanno sempre zitti e corrono a fare la fila alle poste e alle elezioni, bene. Avanti sempre così finchè le vivande saranno esaurite.

    Report

    Rispondi

  • Maaaahhhh

    27 Ottobre 2012 - 01:01

    speriamo davvero. Quasi ci siamo, dici? magari! Secondo me sei ottimista, io dico che ci spremeranno ancora un bel pò. Fosse per me i tempi erano maturi già qualche mese fa! Io non sono per il linciaggio, propenderei per la legge del taglione: espropriarli di tutto, sbeffeggiarli, lasciargli mendicare un tozzo di pane. A questi fa più male la miseria che le percosse a sangue. E poi io sono contrario alla violenza, sia fisica che morale, nonostante a quest'ultima ci sottopongono quotidianamente. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • lulloferrari

    27 Ottobre 2012 - 00:12

    Lo Stato non ha un centesimo. Stanno raschiando il barile per ogni più piccola necessità quotidiana, e Dio ci salvi da terremoti e/o alluvioni. Per la questione esodati, oggi si parlava di un ulteriore, ennesimo, assurdo aumento delle sigarette, eccetera eccetera. Ma possibile che ancora facciano finta di non aver capito che l'unica strada percorribile è quella del taglio alle spese??? Possibile che in tutti questi mesi nessuno parli di auto blu, di scorte, di carte di credito, di privilegi e prebende assurde?!? La gente molto presto si stancherà e allora saranno guai veri! L'unico politico che sembra averlo intuito è l'on. Gasparri (il cui fratello mi pare sia vice-comandante generale dei CC... ma che coincidenza...): ebbene, Gasparri, ieri intervistato, ha auspicato un aumento di stipendio per le forze dell'ordine. Bravo Gasparri, hai capito di chi avrai bisogno tra poco, auguri!

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    26 Ottobre 2012 - 20:08

    o li prendiamo a calci in culo e li togliamo dai coglioni o questi continueranno a fare quello che hanno fatto sempre: mangiarsi i soldi della gente e mettere il paese sull'orlo della bancarotta. Come puo' un manipolo di parassiti mantenuti statali bloccare il mangia mangia? Impossibile (mica sono scemi, no?). Mangiano e contunuano. Odiati? Certo ma continuano fino alla fine (bancarotta del Paese). A loro che gliene frega? Niente. Basta che mangiano loro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog