Cerca

Caduta di stile

Viaggio stile-casta per Monti:
un amico festeggia gli anni
e lui ci va in aereo di Stato

Il premier ha volato sulla Roma-Milano per fare gli auguri al "maestro" Luigi Guatri, che faveca 85 anni al Principe di Savoia

Da Palazzo Chigi gettano acqua sul fuoco: "Il presidente del Consiglio quel giorno (19 settembre) aveva anche un incontro riservato in prefettura". Ma in corso Monforte quell'appuntamento non risulta
Viaggio stile-casta per Monti:
un amico festeggia gli anni
e lui ci va in aereo di Stato

Mario Monti aveva iniziato il suo mandato da premier coi piedi per terra. Il 22 novembre 2011, a una settimana dall'insediamento a Palazzo Chigi, arrivato all'aeroporto di Ciampino per recarsi a Bruxelles, aveva fatto cambiare l'aereo di Stato, scegliendo il più piccolo Falco al posto del grande (e più costoso) Airbus A319. "Un aereo così grande per così pochi passeggeri?" aveva domandato sulla pista. E via sul jet più piccolo. Pochi giorni più tardi, aveva addirittura preferito il Frecciarossa all'aereo per spostarsi da Milano a Roma dopo un week-end. E così era stato imèposto ai ministri. Tanto che il sito di Palazzo Chigi riportava una riduzione dei voli di Stato del 92% durante i primi cento giorni di governo dei Prof (con un risparmio di 23,5 milioni di euro).

Ecco perchè fa specie scoprire che poco tempo fa, esattamente il 19 settembre, lo stesso Monti si sia dato a un uso dell'aereo di Stato che nemmeno ai tempi della Prima repubblica... Ricorreva, quel 19 settembre, l'85esimo compleanno di  Luigi Guatri. Per Monti un "maestro, che lo ha accompagnato nel 1994 alla presidenza della Bocconi e che nel 2011 è diventato presidente reggente quando a Roma si è insediato il governo dei tecnici. E cosa ti fa Monti, per correre alla festa di compleanno organizzata all'hotel Principe di Savoia di Milano con 200 invitati? Va a Ciampino, salta su un jet del 31esimo Stormo dell'aeronautica (quello che fa i voli di Stato) e vola a Milano. Dall'ufficio stampa di Palazzo Chigi si giustificano dicendo che "A Milano il presidente aveva anche impegni istituzionali, nella fattispecie un appuntamento riservato in Prefettura" (incontro peraltro smentito dalla prefettura, ma è possibile che fosse così riservato che....). Ma è chiaro che l'appuntamento principale era la festa di Guatri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco1927

    30 Ottobre 2012 - 20:08

    la sua anima mi somiglia ed il suo stato d'animo lo stesso. Finirà lo schifo di questa dittatura Nazista? speriamo! hanno allenato i cittadini ad odiare Berlusconi ed oggi sono molti che lo insultano solo perché sono scivolati sulla merda propria e Monti parla poco ma con violenza manifesta nei confronti di coloro che lui stesso tiene al guinzaglio. Se i politici vogliono recuperare il nostro consenso devono solo cambiare tattica nei confronti di questo pazzo bocconiano,sempre possano farlo e staccare il consenso al suo governo.... Berlusconi è rimasto l'ultimo a tentare questo ma non credo da solo possa farcela. In quanto agli Italiani... la maggior parte hanno subìto il lavaggio del cervello e di notte si svegliano con Berlusconi nella mente, sono inutilizzabili ormai.

    Report

    Rispondi

  • brunicione

    27 Ottobre 2012 - 09:09

    Fa parte della Casta dei politici, quindi si comporta come tutti, in perfetta coerenza, ...tanto noi poveri imbecilli.....cosa possiamo farci ..NIENTE !!

    Report

    Rispondi

  • Michele620

    27 Ottobre 2012 - 08:08

    i giornalisti di libero saranno pure merde come dici tu ma quanto riguarda quelli del fatto quotidiano e del unità e repubblichini non li batte nessuno compresa quella direttora di tele kabul.,

    Report

    Rispondi

  • Maaaahhhh

    27 Ottobre 2012 - 00:12

    Ladro, sciacallo e anche assassino! Gente si è tolta la vita perché non poteva pagare le tasse e questi spendono quasi 25 milioni di euro in 100 giorni solo per i voli... Considerato la vita che fanno (a spese di noi onesti lavoratori), sarebbe ora di impiccarli in piazza ed espropriare loro tutto ciò che hanno. Vorrei vedere la Fornero fare la schizzinosa, costretta a lavare cessi per un tozzo di pane, Monti pulire le scale dell'universitò e (in nero) le scarpe degli studenti... mi risparmio le restanti fantasie, se no faccio la fine di Sallusti, condannato per aver pubblicato una legittima opinione, oppure dei nostri tecnici geologi e sismologi, appassionati lavoratori da pochi soldi al mese condannati per imperizia !?! Questa è l'Italia che fa vergognare, non il bunga-bunga! A quanta gente sputerei in faccia.........

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog