Cerca

Il futuro del centrodestra

Casini bussa già al Pdl:
"Insieme per sostenere Monti"

Il leader dell'Udc torna alla carica sul fronte dei moderati: "Senza Berlusconi ora non hanno più alibi, scelgano con chi stare"

Il ritorno di fiamma legato anche alla accelerata di Bersani contro l'ipotesi di un Monti-bis dopo le politiche del 2013
Casini bussa già al Pdl:
"Insieme per sostenere Monti"

Sono passate 48 ore appena, dalla nota con cui Silvio Berlusconi ha comunicato che il famoso ritorno in politica non ci sarà mai. Che lui non sarà il candidato premier del Pdl alle politiche 2013. E Pierferdinando Casini, dalle pagine de Il Messaggero, torna già a battere alla posta del maggior partito del centrodestra. A spingerlo non è solo l'addio del cav alla politica, ma anche la decisa sterzata di Pierluigi Bersani in una direzione che non vede un Monti bis come destinazione. "Un'esibizione muscolare" la definisce il leader dell'Udc "che si scontreranno con la realtà del dopo-voto, che imporrà governi di grande coalizione". Ne resta convinto, Casini: "Perchè - spiega - quella del dopo voto non sarà una realtà rose e fiori. Ciascuno dovrà portare il proprio contributo. Io il mio lo presenterò nel corso del mese di novembre, spero che possa sommarsi a quelli portati da altri". E qui la chiamata ad Angelino Alfano e al Pdl: "Si dovranno assumere le loro responsabilità, ora non hannopiù l'alibi di Berlusconi, dietro al quale si nascondevano. Ora dovranno confrontarsi sui contenuti e die agli italiani che paese vogliono per il futuro. Spiegare che politica vogliono fare in tema di fisco, di federalismo, che rapporto avranno con Mario Monti". A chi gli chiede se, così facendo, il leader dell'Udc non sia come il topo che chiede all'elefante di seguirlo, Casini replica: "Non si tratta di seguire noi, così come noi tutto vogliamo tranne che accodarci al pdl, perchè da quel punto divista abbiamo già dato. Si tratta invece di creare una cosa nuova in cui ciascuna delle forze politiche tradizionali sia chiamata a dare il suo contributo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • incolore

    27 Ottobre 2012 - 11:11

    pierfurbi come il suo amico fini.to è a un passo dalla rottamazione,non va preso in considerazione,anche xchè invece che fare un'addizione,si corre il rischio di fare una sottrazione.

    Report

    Rispondi

  • Liberopensatore1950

    27 Ottobre 2012 - 10:10

    Ma, la signora coridandoli, ovvero casini, oltre ad essere un vomitevole narciso, ad avere quattro potenziali elettori in croce, ad amare monti al punto da sperare, sotto sotto, nelle unioni civili, ha mai pensato di prametrare i le sue misure, ad esempio delle braccia, con gli studi di antropolosia del lombroso; sono lunghe quelle braccia, molto lunghe, forse anche le mani.....

    Report

    Rispondi

  • vittoriomazzucato

    27 Ottobre 2012 - 08:08

    Sono Luca. Prima cosa BERLUSCONI per essere fuori bisogna che il suo processo passi per altre due sentenze, mentre per quanto riguiarda Casini i commenti 21-22-23 dicono già tutto. GRAZIE.

    Report

    Rispondi

  • Maaaahhhh

    27 Ottobre 2012 - 00:12

    HA RAGIONE. Linciaggio! Ho letto tutti i post, ascolto la gente tutti i giorni lamentarsi... Ma loro sanno bene il trucco: minacciare di togliere 100, dopo scendere a patti togliendo solo 80, così tutti noi pecoroni siamo arrabbiati ma non tanto da prendere i forconi. Siamo vittime di quegli "statali" che, fregandosene dei nostri sacrifici, sperperano allegramente il nostro denaro sudato. Voglio vedere dove arriveremo, e con lo scenario "politico" attuale, direi che non abbiamo speranze.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog