Cerca

Allarme meteo

La tempesta di Halloween piega l'Italia
Naufragi e allagamenti, una vittima

Una donna di 82 anni travolta in strada dall'acqua a Formia, allarme acqua alta a Venezia

Le previsioni: una tregua fino a domenica, poi arrivano nuove perturbazioni 
La tempesta di Halloween piega l'Italia
Naufragi e allagamenti, una vittima

Gravissimi disagi per il maltempo in provincia di Latina. Un’anziana è morta in seguito a un incidente a Formia, mentre era in auto con il marito. Le ricerche dell’anziana sono andate avanti per ore la notte scorsa. I coniugi sarebbero finiti prima contro il cancello di un’abitazione nella zona di via Canzatora, e poi sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo: l’uomo, rimasto incastrato dentro il mezzo, dopo essere stato estratto dai vigili del fuoco di Gaeta è stato trasportato in ospedale dei sanitari del 118. Della donna, G.C. di 82 anni, all’inizio nessuna traccia: i vigili del fuoco non sono riusciti a lavorare anche a causa del livello dell’acqua nella zona, circa un metro e mezzo. Il corpo privo di vita dell’82enne è stato trovato intorno alle 2.15 in un vigneto allagato attiguo alla zona dell’incidente.

Alllarme acqua a Venezia Nella notte la marea a Venezia ha raggiunto i 143 cm sullo zero mareografico; a causa del forte vento di bora, a Chioggia la punta massima è stata di 164 cm, all’1.10, mentre alle 6.45 la minima è stata di 117 cm; per questa mattina alle 11.30 è prevista una punta massima di 140 cm. Lo riferisce in una nota l’Istituzione Centro Previsioni e Segnalazioni Maree, secondo cui "anche se la perturbazione è passata, il mare rimane gonfio sotto la spinta dello scirocco al Sud, e sull'alto Adriatico la bora rallenta il deflusso". Alle 8.15 il Centro Maree ha azionato le sirene di allertamento con il segnale sonoro di quarto livello, e ha inviato un nuovo sms agli oltre 42mila iscritti al servizio

Previsioni   Il tempo migliiorerà dopo la tempestosa notte di Halloween con i nubifragi che hanno colpito il nordest, in particolare il Veneto ma anche il basso Lazio, il Frusinate, e il sud ionico. Tra il pomeriggio di oggi primo novembre e la mattina di sabato è attesa una tregua con temperature miti fino a 18-19 gradi nelle aree più soleggiate; tuttavia il vento sarà ancora forte e ci saranno mareggiate sul Mar Ligure. Torneranno le nebbie sulla Valpadana, anche fitte lungo il Po dal Piemonte al basso Veneto. Ma Antonio Sanò, direttore del portale www.ilmeteo.it avverte che la tregua sarà comunque breve: una nuova perturbazione atlantica raggiungerà il nord-ovest sabato sera e s'estenderà entro domenica al resto del nord, del centro fino a Campania, Basilicata e Puglia, risparmiando solo in parte Calabria e isole maggiori.I venti saranno di scirocco, tornerà l'acqua alta a Venezia, e una particolare allerta va lanciata sulla Liguria di Levante e sulla fascia prealpina dove attendiamo lo scioglimento della neve sotto i 2000 m con conseguente notevole afflusso acqua verso i fiumi e i corsi d’acqua, già colmi per le precipitazioni cadute nei giorni scorsi. Le piogge continueranno fino a lunedì, mentre a seguire farà più freddo per l’arrivo di venti da nord.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog