Cerca

Camici del domani

Rapporto Migrantes: sono 2mila gli italiani che si laureano in Medicina in Romania

Seicento gli iscritti nell'Università privata di Arad, una cinquantina a Timisoara, un migliaio sparsi negli altri atenei romeni

Il boom inizia nel 2007: quando il Paese transilvano è entrato nella Ue, i titolo di studio sono diventati omologabili
Rapporto Migrantes: sono 2mila gli italiani che si laureano in Medicina in Romania

I medici italiani del domani saranno laureati in Romania. La patria della più antica facoltà di Medicina (la medievale Scuola di Salerno) e degli atenei invidiati in tutto il mondo, vede i propri giovani andare a studiare nell'est Europa. Lo dice il rapporto Migrantes del 2011: tra i circa 40mila italiani che completano gli studi universitari all'estero, sono poco meno di duemila quelli che vanno in Romania per laurearsi in Medicina. La colonia tricolore più corposa è all'università privata Vasile Goldis di Arad (600 iscritti provengono dal Belpaese), una cinquantina è immatricolata a Timisoara mentre un alto miagliaio di paisà sono sparsi nel resto del Paese. A tornare indietro con la laurea sono specialmente gli odontoiatri.

Lo spauracchio del test d'ingresso - Il boom delle università romene è iniziato nel 2007, da quando cioè il paese transilvano è entrato nell'Unione Europea e i titoli di studio romeni sono diventati omologabili in Italia. Ad attrarre i ragazzi italiani non è tanto la presunta semplicità del percorso didattico, ma quella dell'accesso allo studio: a spingere i nostri diplomati all'estero sono i test d'ingresso ai corsi di laurea in Medicina, tutti a numero chiuso. Test ritenuti dagli interessati dispendiosi e poco trasparenti, spesso accompagnati da strascichi giudiziari di appelli e ricorsi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    06 Novembre 2012 - 21:09

    Altissima qualità a costi incredibili rispetto ai nostri . Italiani. non credete ai dentisti che li diffamano.

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    06 Novembre 2012 - 21:09

    una ricchezza per sfruttatori, affittacamere in nero, onlus del pezzente straniero, mangioni vari in nome della solidarietà (imposta). Una sciagura per tutta la popolazione italiana.

    Report

    Rispondi

  • blackindustry

    06 Novembre 2012 - 21:09

    ...ma ti pare che un asino che ha la laurea in Legge o in Psicologia non faccia danni? Sono tipi di danni differenti! Chi opera la malasanità storpia le persone o peggio le uccide. E questo è il peggio. Ma se tu capitassi nelle mani di un pm asino potresti finire in prigione da innocente! Ti sembra nessun danno? O se hai un esaurimento nervoso e ti fai una sana psicoterapia e finisci nelle mani di uno psicoterapeuta asino non guarisci e magari ti aggravi! Ti sembra nessun danno? A me davvero non pare...

    Report

    Rispondi

  • blackindustry

    06 Novembre 2012 - 20:08

    ...il problema è semmai che l'Università in Italia sia oramai definitivamente crollata, fuori mercato, organizzata in maniera obsoleta. Non a caso gli studenti ne escono ad età molto più alte rispetto agli studenti delle altre nazioni europee e con pochissima esperienza pratica maturata nei laboratori universitari. Ci si ponga il problema di riformare seriamente l'Università itlaiana, e poi vedremo "misteriosamente" crollare i numeri relativi agli studenti italiani in romania...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog