Cerca

Il giorno della violenza

Studenti contro polizia, il dibattito:
"Gioventù bruciata", "No, disperata". Voi da che parte state?

Confronto su Libero. Giacalone: "Lottano tra retorica e cause sbagliate". Gorra: "Non sottovalutate la loro paura"
Studenti contro polizia, il dibattito:
"Gioventù bruciata", "No, disperata". Voi da che parte state?

 

Magari fosse stata uno "sciopero europeo", una protesta generalizzata. Quanto visto mercoledì in Italia, con le piazze di Roma e Milano, Napoli e Torino teatro di scontri sanguinosi tra studenti e polizia, rispecchia invece la "confusione mentale e culturale" della nostra situazione. Parola di Davide Giacalone, che su Libero in edicola oggi giovedì 15 novembre sottolinea come "protestare e scioperare è lecito, in democrazia", però non per la causa sbagliata: "Questa gioventù si sta bruciando con la retorica su scuola e banche". Retorica che, come da tradizione, finisce in bombe carta e vetrine sfasciate. Però, gli risponde Marco Gorra sempre su Libero, non bisogna sottovalutare né sminuire le ragioni, o perlomeno le motivazioni, di una generazione che non crederà più nelle ideologie degli Anni Settanta, ma le cui "paura e disperazione sono più che reali". Voi da che parte state?

Leggete i commenti di Giacalone e Gorra
su Libero in edicola oggi, giovedì 15 novembre

 


Voi con chi state? Votate il sondaggio di Liberoquotidiano.it

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pepo

    19 Novembre 2012 - 08:08

    dalla parte dei giovani,del futuro e detesto chi fa il forte con i deboli e poi si inchina e scorta i corrotti e ladri che non lamentandosi della loro situazione non hanno bisogno di manganellate. La poverta' intellettuale nella quale hanno sempre tenuto le forze dell'ordine e'il motivo per cui si manganella un ragazzino e mai un vero delinquente. ABBIATE CORAGGIO toglietevi il distintivo ed il casco ed unitevi a noi che protestiamo anche per voi.Noi paghiamo il vostro misero stipendio,noi manifestiamo per renderlo piu' competitivo,noi siamo il futuro non quei quattro ladri che difendete

    Report

    Rispondi

  • Palmiro Fazzari

    16 Novembre 2012 - 08:08

    Non riescono a capire , o meglio non hanno mai voluto capire ! Questo è disaggio sociale, stiamo parlando di un sistema oramai sfasciato dalla demagogia di chi rappresenta questo sistema politico. Abbiamo accettato, ci hanno imposto con accordo dei comunisti un governo che nessuno ha eletto, un governo che doveva pensare alle soluzioni che nessun'altra potesse fare, visto il disinteresse alla politica, invece eccoci qua, con la scusa dell'evasione fiscale veniamo massacrati di tasse, unico stato ove non ci sono più diritti, ove non abbiamo più diritti . Svegliamoci , anche se già tardi , alla fine c'è sempre la speranza, non facciamo anche di questa un'utopia .

    Report

    Rispondi

  • itas50

    15 Novembre 2012 - 20:08

    con tutti quegli studenti che manifestavano pacificamente e che pur le hanno prese dalla polizia..... e da padre dico che se un mio figlio solo per il fatto di essere tranquillamente ad una manifestazione fosse stato malmenato da un poliziotto in una carica indiscriminata come ne abbiamo viste fare spesso,(con ciò non voglio dire che un ragionevole controllo non sia necessario) bhe!!...quel poliziotto sappia che prima o poi la stessa cosa succerà a lui o a chi per lui !!!..è ora di finirla che in questo paese vengano trattati con i guanti bianchi i criminali , i mafiosi, gli stupratori, i politici corrotti e chi più ne ha, più ne metta, e venga menata la gente che vuole manifestare un dissenso. La polizia non ha ragione a prescindere! non li si può sempre scusare perchè rappresentano lo Stato non fosse altro perchè la maggior istituzione di uno Stato è il suo Popolo ed è quello che in primis va difeso, sia dai violenti che dai truffatori...e allora i bastoni andavano rivolti altrove

    Report

    Rispondi

  • curcal

    15 Novembre 2012 - 19:07

    le manifestazioni violente,dei soliti professionisti.Dan negiano sempre chi non avendo colpa alcuna, si vede distrutta la macchina,il negozio,ecc. Questo è vandali smo. I veri colpevoli non vengono sfiorati. I disagi li subisce sempre il cittadino già disagiato. Si può benissimo manifestare in tanti ben altri modi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog