Cerca

Tragedia in viaggio

Sul Freccia Rossa niente defibrillatore
Uomo senza cure per 40 minuti poi muore

Il 56enne si era sentito male nel viaggio tra Torino e Milano. Nella valigetta di pronto soccorso portata dal capotreno solo garze e acqua disinfettante. Alcuni passeggeri-medici hanno provato a rianimarlo con le mani. Ma non c'è stato nulla da fare
Sul Freccia Rossa niente defibrillatore
Uomo senza cure per 40 minuti poi muore

 

Un defibrillatore avrebbe potuto salvargli la vita. Invece a bordo del fiore all'occhiello di Trenitalia, il Freccia Rossa, non c'era. E' morto senza che nessuno abbia potuto fare nulla un uomo di 56 anni che subito dopo essere salito sul treno che da Torino lo avrebbe portato a Milano ha accusato un malore. I suoi vicini i viaggio, come racconta Repubblica, hanno cercato dei medici tra i passeggeri per aiutarlo. Ma non c'è stato nulla da fare. "I medici hanno chiamato il capotreno chiedendo se a bordo era disponibile un defibrillatore - raccontano. Il capotreno è arrivato con una valigetta di primo soccorso che conteneva qualche cerotto e del disinfettante, poco di più". Le persone si sono date da fare come hanno potuto, hanno aperto le borse dell'uomo in cerca di medicinali, i medici hanno tentato di rianimarlo senza defibrillatore.

Alla fine, dopo circa quaranta minuti, il treno si è fermato alla stazione Rho Fiera, dove un'ambulanza aspettava sul binario. Altri medici sono saliti e per quasi un'ora ancora hanno tentato un intervento in extremis. Poi hanno desistito e caricato l'uomo sull'ambulanza dove, secondo i dati ufficiali, sarebbe poi effettivamente deceduto. Trenitalia, si giustifica sostenendo che il regolamento non prevede che sia presente un apparecchio defibrillatore a bordo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marioperez

    18 Novembre 2012 - 10:10

    Tutti, prima o poi, dobbiamo scendere

    Report

    Rispondi

  • aldogam

    17 Novembre 2012 - 13:01

    Il regolamento non lo prevede, quindi tutto bene... Dichiarazione che fa rabbrividire per la sua burocraticità. Perchè non dire non ci avevamo pensato, provvederemo senz'altro al più presto. Un buon defribillatore semiautomatico costa meno di 1.500 euro, per acquisto singolo e richiede un corso di due ore a personale non medico nè paramedico, come il capotreno ad esempio, e può salvare una vita.

    Report

    Rispondi

blog