Cerca

Dramma a Palermo

Padre violenta la figlia minorenne
Lei resta incinta e tiene il bimbo

L'uomo è stato arrestato ma le indagini sono state ostacolate dall'ambiente omertoso

La polizia ha eseguito a Palermo un provvedimento di aggravamento della misura cautelare nei confronti di un uomo di 46 anni, accusato di avere maltrattato la figlia, appena maggiorenne, e di averla costretta a subire atti sessuali, dai quali è nato un bambino. Dopo le prime indagini, la magistratura aveva emesso una ordine di 'allontanamento dell’uomo dal domicilio familiare e un divieto di incontrare la figlia. Ora l’arresto, motivato dai contatti che l’uomo continuava con la figlia, per condizionarla psicologicamente, e dagli esami medici che hanno confermato la  paternità del piccolo nato dagli stupri. I poliziotti della Squadra Mobile hanno delineato con grande difficoltà i contorni della vicenda dopo averla appresa da una fonte confidenziale. Gli investigatori, peraltro, hanno dovuto vincere l’omertà dei parenti dell’indagato, che hanno cercato di evitare lo "scandalo", dapprima tentando invano di convincere la vittima ad abortire e quindi attribuendo la paternità del nascituro a un altro individuo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cartonito

    18 Dicembre 2014 - 15:03

    la sicilia è bella ma i siciliani sono arretrati di 50 anni.

    Report

    Rispondi

  • graziella

    17 Novembre 2012 - 22:10

    Come si fa a non denunciare un padre cosí schifoso e ignobile, piuttosto che evitare lo scandalo hanno preferito proteggere lo stupratore ed ignorare la vittima, ma la madre dov'era? Palermo 2012 : che tristezza.

    Report

    Rispondi

blog