Cerca

dilettanti allo sbaraglio

Falliti, disperati e quaquaraquà
Ecco chi sono i rapitori di Spinelli

Una banda di imprenditori falliti che cercano soldi facili. Ma sono solo alle prime armi del crimine. Puntano in alto non sapendo neanche da dove cominciare

Una compagnia di ventura davvero ridicola. Ai piedi portano scarpe del Milan e hanno imprese in fallimento. I rapitori di Spinelli sono dei veri sprovveduti
Spinelli e i 6 rapitori

Spinelli e i 6 rapitori

Sequestro lampo. Rumori, indiscerzioni, sospetti. Ci mancava pure che fossero chiamati in ballo i servizi e tesi da complotto. La realtà del caso Spinelli è molto più bassa. Insomma la banda assomiglia molto più a quella di "furto in una pasticceria", raccontata da Calvino, che a una di professionisti da Italian job. I componenti sono sei. Tre italiani e tre albanesi. Mettendo da parte i tre albanesi che avevano il ruolo di "aiutanti del crimine", restano questi tre sprovevduti di casa nostra che rapiscono, chiedono, liberano e finiscono dentro senza aver beccato un solo euro. Può essere credibile una banda di quaquaraquà che mette alle strette e ricatta il Cav sul lodo Mondadori? Già il fatto che il gip e poi lo stesso Giuseppe Spinelli hanno negato qualunque pagamento di un riscatto la dice lunga sull'atendibilità e sulla "professionalità" della banda. L'ideatore del colpo Francesco Leone, 51 anni, barese è stato beccato per un paio di scarpe rossonere che portava fieramente ai piedi come tifoso del Milan. Leone è un imprenditore fallito, un ex collaboratore di giustizia. Insomma non ha certo il pedigree del grande Lupin. Sembra proprio un disperato in cerca di soldi facili. Il suo compagno di banda, Alessandro Maler, 46 anni, è un altro fallito. Prima fa il promotore finanziario, poi fonda una società nel bergamasco che fallisce nel 2006. Non contento ne apre un'altra a Varese che nel 2010 deve chiudere sempre per fallimento. Anche lui si butta nel sequestro Spinelli per provare a recuperare tuttio quello che ha perso nella sua triste storia di imprenditore. Il terzo maldestro rapitore è Pierluigi Tranquilli. Lui è un viticultore e un immobiliarista delle campagne romane. Le sue due opiccole società sono ancora vive ma guarda caso nel 2011 non hanno relizzato nemmeno un euro di utile. La banda che ha rapito Spinelli è una banda davvero di sprovevduti in cerca del colpo dels ecolo. ma se devi fare il colpo del secolo evita di mettere oltre al passamontagna un gadget del Milan. Ai piedi. Hai già la sconfitta assicurata. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ansimo

    20 Novembre 2012 - 21:09

    Se era tanto facile capire che si trattava di quattro sfigati incapaci perchè sia Spinelli che Ghedini hanno avuto tanta paura di loro da denunciare il fattaccio due giorni dopo? Mah!!

    Report

    Rispondi

  • marina58

    20 Novembre 2012 - 20:08

    SOLO..."DISPERATI" non che...MISERABILI!!

    Report

    Rispondi

  • marina58

    20 Novembre 2012 - 20:08

    non sanno nemmeno cosa significhi esserlo!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    20 Novembre 2012 - 20:08

    è l'esempio lampante di come la balordame nostrana stia facendo comunella con la merda morta di fame immigrata, rafforzandosi. Ecco le "risorse multiculturali" che portano cultura e benessere e ci pagano le pensioni!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog