Cerca

Ferrari

La vedova del canzoniere denuncia: "Quel film è porno, fermatelo"

La vedova del canzoniere denuncia: "Quel film è porno, fermatelo"

Quel fim è troppo pornografico. Per questo Fiorelisa Calcagno, la vedova di Bruno Martino, l'autore di "E la chiamano estate" da cui è stato tratto l'omonimo film girato da Paolo Franchi con Isabella Ferrari, si è rivolta al Tribunale di Roma per bloccare l'uscita nelle sale della pellicola, prevista per il 22 novembre. 

Secondo il sito Dagospia, che ha pubblicato l'esposto della Calcagno, le immagini del film presentato da poco al Festival del Cinema di Roma, "tra mille polemiche per le sue scene a carattere pornografico e la sua trama scabrosa", "sincronizzate alle musiche del Maestro Bruno Martino", "lederebbero gravemente il patrimonio morale, culturale e artistico del Maestro Bruno Martino". La decisione è attesa nei prossimi giorni.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kIOWA

    23 Novembre 2012 - 18:06

    Ciannosesecco,non solo oggi,quello è nato stupido e più passa il tempo e più stupido diventa.

    Report

    Rispondi

  • williamc

    23 Novembre 2012 - 17:05

    Non meravigliatevi...é il puttanaio italiano.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    22 Novembre 2012 - 02:02

    Non c'è nessuno di più stupido di chi non sa neppure leggere , però parla senza aver capito una sola parola.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    21 Novembre 2012 - 21:09

    Parli di stupidità ,ti senti autobiografico oggi?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog