Cerca

Il sequestro lampo

Si parla del ragionier Spinelli
e gli anti-Cav impazziscono:
chi sono i veri banditi?

Scarpe rossonere, partite del Milan, riscatti pagati con banconote false: il ragioniere pagatore di Berlusconi scatena i peggiori istinti (e a sfogarsi è tutta la stampa italiana)

Giuseppe Spinelli

Giuseppe Spinelli

 

"Qui qualcuno abusa di Spinelli. Perché è abbastanza evidente che, nel sequestro del ragioniere di Berlusconi, qualcosa non torna. O, per lo meno, non torna il modo in cui l’hanno raccontato i giornali, i quali in blocco hanno messo in evidenza i lati oscuri della vicenda, quasi a insinuare l’esistenza di una trama almeno in parte ordita nelle segrete stanze di Arcore. «Il Cavaliere si tinge di giallo», titolava ieri l’Unità. «I buchi nella ricostruzione: perché denunciare così tardi?», si domandava il Fatto. Repubblica fantasticava sui «misteri del sequestro lampo». E  Spinelli, da vittima, diventava un mezzo colpevole. Colpevole per conto terzi, però, perché la pista nera da percorrere è quella di Silvio, che da ricattato si tramuta in possibile cospiratore. Ma in questa faccenda la responsabilità del Cavaliere riguarda piuttosto le sue frequentazioni. Il modo in cui elargiva denaro alle ragazze che animavano le sue cene. Uno stile di vita che, ampiamente riportato (spesso a sproposito) dai giornali potrebbe aver indotto la banda dei sequestratori a partorire un piano per spillargli quattrini", spiega Francesco Borgonovo su Libero di mercoledì 21 novembre. Appena si parla di Spinelli, il plotone anti-Cav perde il lume della ragione. L'attenzione morbosa si concentra sulle scarpe rossonere, sulle partite del Milan, sui riscatti pagati con banconote false. Il ragioniere pagatore di Berlusconi, insomma, scatena gli istinti peggiori. E viene da chiedersi chi siano i veri banditi...

Leggi il commento di Francesco Borgonovo su Libero di mercoledì 21 novembre

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kIOWA

    21 Novembre 2012 - 18:06

    Nik2 a te lo stile di vita di Vendola,con vasellina e tutto il resto.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    21 Novembre 2012 - 15:03

    Appunto perchè la vicenda è poco chiara e non abbiamo tutti gli elementi per giudicare,tu dovresti stare in silenzio.Invece continui a parlare a vanvera.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    21 Novembre 2012 - 14:02

    Io dico che il materiale non era assolutamente quello sul Lodo Mondadori: bananas, che ne dite invece di qualche bella foto o video di Silvietto con la pompetta in mano mentre cerca disperatamente di ingropparsi Ruby?!!!

    Report

    Rispondi

  • nick2

    21 Novembre 2012 - 14:02

    Alla notizia della cattura della banda di sequestratori, con un vostro articolo avete riportato la testimonianza di Spinelli all’autorità giudiziaria: http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1125820/Rapimento-Spinelli--leggi-i-verbali----Picchiati-a-sangue--paura-di-morire-.html - Secondo il ragioniere, i malviventi avrebbero offerto a Berlusconi, in cambio di 35 milioni di euro, materiale informatico che avrebbe potuto ribaltare la sentenza sul lodo Mondadori e la registrazione video di una cena, durante la quale Fini (ti pareva) trafficava con le toghe (rosse) per rovinare Berlusconi. Come mai questa versione dei fatti non viene più presa in considerazione nemmeno da voi? E’ forse stata messa in bocca a Spinelli nelle 36 ore di silenzio prima della denuncia? A questo punto, Borgonovo, capirà che è normale che sul motivo del sequestro vengano fatte altre ipotesi e che queste tengano conto della ricattabilità di Berlusconi, dovuta alle sue frequentazioni e al suo stile di vita.

    Report

    Rispondi

blog