Cerca

La polemica

De Magistris contro Saviano: "Se hai coraggio vieni a Napoli. Giudichi da lontano"

Polemica all'ombra del Vesuvio. Il sindaco di Napoli dà del Ponzio Pilato allo scrittore. Giggino: "Va bene tutto, pure Fazio, ma tu non stai qui a dare una mano ai napoletani"

Scaramucce campane che infuocano le polemiche. De Magistris critica Saviano e lo accusa di non fare nulla per Napoli 
Roberto Saviano e Fabio Fazio

Roberto Saviano e Fabio Fazio

 

Luigi De Magistris contro Roberto Saviano. Uno scontro duro fra campani che non ti aspetti. I due un tempo si amavano. Ora sono ai ferri corti. Il primo ad attaccare è stato lo scrittore che ha paragonato Giggino a quel Johnny Stecchino che nel film dice: "Il problema di Palermo è il traffico”. Il sindaco di Napoli non accetta la critica e risponde a muso duro: “Non mi appassiona l’interlocuzione con Saviano. Gli dico solo, perché non vieni a Napoli a lavorare, a metterti a disposizione?”.  Fin qui può sembrare un semplice scambio di battute. Ma Giggino non accetta davvero la critica di Saviano e allora lo attacca duramente definendolo quasi come un campano in vacanza che si tiene lontano dai problemi della sua terra. Un criticone in sostanza. "Saviano – ha detto De Magistris – è un giovane che ha scritto belle cose ma da napoletano gli dico, perché non vieni a Napoli? Perché non ti metti a disposizione della squadra? Perché non lavori con noi? Penso che questo vorrebbe la città. Va bene – prosegue il sindaco – andare da Fazio, va bene scrivere gli editoriali su Repubblica, ma Napoli bisogna viverla. Mi sono simpatici gli intellettuali napoletani che sono andati a vivere fuori ma mi sono ancora più simpatici quelli che rimangono. Io potevo rimanere a Bruxelles, guadagnare il quadruplo ma ho deciso di stare a Napoli”. De Magistris insomma dà del Ponzio Pilato a Saviano e aggiunge: “In questo momento – ha concluso De Magistris – abbiamo bisogno di braccia che lavorano, menti che pensano, gambe che camminano. Bisogna lottare in questa città. Il resto sono critiche, anche utili, ma sono le solite cose che leggiamo quotidianamente sui giornali. Io invece preferisco stare con questi ragazzi, con le persone che ogni giorno stanno sul territorio, con le maestre, con la gente che ha problemi quotidiani ma ha deciso di non andarsene da Napoli, di amare la città”

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Enzo47

    10 Dicembre 2012 - 09:09

    Come se non bastassero tutti i brutti ceffi che stanno sotto il Vesuvio ci mancherebbe pure Saviano, forse un bell'alloggio a Scampia con i coniugi Ciampi e il futuro pensionato che viene dal Colle sarebbe un bel vantaggio per tutti noi. Tanto con la mafia questi signori ci convivono beatamente da quelle parti ammazzano i poveri cristi ma state tranquilli che i Saviano che con le cose ovvie hanno fatto una fortuna sono intoccabili. A Natale si è più disposti verso le favole, se crediamo al Babbo vestito di rosso, possiamo digerire pure Saviano, certo che a guardarlo bene... Enzo47 Varese

    Report

    Rispondi

  • perfido

    08 Dicembre 2012 - 19:07

    sempre pronto a dire cazzate. Incolpa Saviano che non fa niente per Napoli: meglio, no!. Se questi dovesse venire a Napoli, travestito da "Nerone", ti assumi questa colpa, caro sindaco?. Vedi, perdi come al solito, sempre l'occasione per tacere. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    08 Dicembre 2012 - 10:10

    o almeno donne, non vedi come fa tutte le mossettine da intellettuale del cazzo , arrapato fisso, soldi e donne, altro che napoli. ma sai quanto gliene frega di napoli? Ma anche a te i soldi piacciono, no? senno' che ci fai in politica? vate voi, a pigliare per il culo la gente avete triovato la pacchia (finche' dura, ma non dura perche' poi scattano i calci in culo, quelli veri).

    Report

    Rispondi

  • kIOWA

    08 Dicembre 2012 - 09:09

    non dire minchiate.La Rai paga molto di più.

    Report

    Rispondi

blog