Cerca

Littizzetto

"Silvio ha rotto il cazzo". E con lei la satira si trasforma in insulto

Luciana su Raitre raggiunge la vetta più alta della «comicità» di sinistra. E ce la ritroveremo a Sanremo in piena campagna elettorale

Luciana Littizzetto

Luciana Littizzetto

di Francesco Borgonovo

Non fosse già morto, il grande umorista Achille Campanile creperebbe d’invidia davanti alla potenza creativa di Luciana Littizzetto, la star di Che tempo che fa la quale domenica sera ha raggiunto una vetta finora inesplorata della comicità. Ha ideato una battuta di cui gl’intellettuali di sinistra potranno d’ora in poi farsi vanto, esibendola nei cenacoli letterari. Un motto di spirito raffinato e al contempo intelligente, una vera perla del servizio pubblico che dice più o meno così: Berlusconi ha rotto il cazzo. Immaginiamo Corrado Guzzanti intento a mangiarsi il fegato: «Perché non ci ho pensato io!». Maurizio Crozza infuriato con i suoi autori: «Dovevate partorirla voi, questa idea! Ma cosa fate, state a pettinare gli scogli?». Sabina Guzzanti inviperita: «Io gli auguro la morte da anni, a Berlusconi, perché il mio programma non lo guarda nessuno?». (...)

Come spiega Francesco Borgonovo su Libero di martedì 11 dicembre, con la Littizzetto la satira diventa insulto. Con quel "Silvio ha rotto il cazzo", Luciano su Rai3 ha raggiunto la vetta più alta della "comicità" di sinistra. E ce la ritroveremo a Sanremo in piena campagna elettorale.

Leggi il commento di Francesco Borgonovo su Libero di martedì 11 dicembre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nuovavita

    16 Dicembre 2012 - 14:02

    E' giusto; il canone RAI non si deve pagare...ma non perchè la Littizzetto ha espresso quello che milioni di italiani vorrebbero dire! Monti e Berlusconi devono andare via, perchè quello che hanno fatto è sotto gli occhi di tutti! (e chi non vede è cieco!) Ma il professore non aveva detto che dopo questo governo (non eletto dagli italiani), sarebbe tornato a farsi i fatti suoi? Cosa sono queste basse strategie di potere alle spalle di noi poveri e sottolineo POVERI italiani? La scelta giusta di Monti e tutta la sua banda è quella di tornare da dove è venuto e lasciare che il Grande Berlusconi speranza e soluzione di tutti i mali italiani faccia la sua campagna elettorale con tutti i suoi leccapiedi silenziosi ed obbedienti. Siamo ad un passo dalla rivolta, e la sfrontatezza di questa sporca politica sta' raggiungendo l'apice. E' vero che noi italiani non abbiamo tradizione di popolo rivoluzionario...ma adesso siamo davvero stufi di nani, troie con vitalizio e professori ipocriti.

    Report

    Rispondi

  • curcal

    13 Dicembre 2012 - 23:11

    egregio, dica ai suoi bavaresi che l'umanità non ha anco ra dimenticato il nazismo e hitler: altro che Berlusconi Noi siamo fieri di non avere il marchio dello sterminio. -Paolino 46.- non desidero essere leccato, ne tantomeno essere costretto a pagare il canone RAI che ritengo non offra un servizio pubblico. Se la Littizzetto lo sol lazza tanto lo paghi lei il canone.

    Report

    Rispondi

  • paolino46

    12 Dicembre 2012 - 22:10

    Vorresti forse che gli dessero i tuoi soldi per leccare i piedi ??

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    11 Dicembre 2012 - 19:07

    quando i miei soldi li girano a questa "cosa" brutta, insolente. volgare e cialtrona?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog