Cerca

Libertà di stampa addio

Sallusti sopeso dall'Ordine dei giornalisti

La notizia diffusa dal direttore su Twitter: la sospensione proprio nel giorno in cui ha attaccato il direttore del "Corriere", De Bortoli

Alessandro Sallusti

Alessandro Sallusti

Putacaso, proprio nel giorno in cui il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti attacca il direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, l'Ordine dei giornalisti lo sospende con un comunicato: "Il direttore del Giornale è stato sospeso dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia perché è stato aperto nei suoi confronti un procedimento penale per la tentata evasione". Insomma i colleghi lo hanno già giudicato e condannato prima dei giudici.  Una museruola per non farlo più mordere. Una nuova mazzata per il direttore condannato a 14 mesi di carcere per una articolo che non ha neanche scritto e poi accusato di evasione, perché subito dopo gli arresti aveva cercato di uscire di casa per recarsi al carcere di San Vittore. La sospensione decisa dall'Ordine è legata al caso di diffamazione per cui è stato condannato.

Il cinguettio - Venerdì 14 dicembre ci sarà l'udienza del processo in cui Sallusti dovrà rispondere di evasione. Oltre ad aver dato lui stesso, in prima persona, la notizia della sospensione inflitta dall'ordine, il direttore, sarcasticamente, ha ringraziato il colleghi via Twitter: "Sospeso dall'Ordine dei giornalisti. Grazie, colleghi", il cinguettio di Sallusti. La decisione dell'Ordine arriva dopo un atteggiamento di distacco se non di indifferenza da parte della categoria nei confronti dell'assurda vicenda che ha coinvolto Salusti. Una vicenda che ha dimostrato come nel nostro Paese la libertà di stampa sia solo un principio da enunciare, un diritto sancito dalla Costituzione. Un principio che né politici, né giudici, e quel che è più grave neppure gli stessi giornalisti si battono per difendere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iusini

    14 Dicembre 2012 - 11:11

    Come mai siamo passati da un'ammenda di 5000 euro alla condanna di 14 mesi.Forse perche' era l'onore di un magistrato?Forse perche' ci sono avvocati che farebbero meno danni andando a zappare la terra?Forse perche' gli eroi,quelli veri e non da strapazzo come qualcuno afferma,appartengono solo ad una certa area politica?Sarebbe stato interessante se il condannato fosse stato il direttore dell'Unita' o del Corriere,oppure quello del Fatto;anche loro hanno una bella sfilza di denuncie,eppure...

    Report

    Rispondi

  • routier

    13 Dicembre 2012 - 19:07

    Leggendo molti commenti Maramaldo avrebbe di che imparare!

    Report

    Rispondi

  • fabioserra67

    13 Dicembre 2012 - 17:05

    però si confonde la libertà di stampa con la libertà di diffamare, ricordate l'articolo scritto da Farina?......chi lo ricorda ...........

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    13 Dicembre 2012 - 17:05

    Qual è lo scandalo? Sallusti ha volutamente e provocatoriamente violato una legge, quindi da uomo d' onore dovrebbe accettare di pagarne le conseguenze. Punto e basta. Non servono eroi da strapazzo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog