Cerca

Servizio Pubblico/Video

Santoro invita il Cav: "Se viene non è l'Apocalisse"

Il giornalista si attacca ancora all'editto bulgaro poi rassicura Berlusconi: "Non sarà un duello finale"

Santoro invita il Cav: "Se viene non è l'Apocalisse"

"Caro Berlusconi, intorno a noi c'è una gran confusione. E' Natale ma sembra Pasqua, lei è risorto e accetta di venire a Servizio Pubblico". Esordisce così Michele Santoro, ieri sera giovedì 20 dicembre, su La7. "Questo annuncio è già una conferma che l'editto bulgaro fu un errore tragico. Lei ha ragione, ci ha fatto cacciare ma non è che i tecnici di Monti o del Pd ci abbiano richiamato. Voglio rassicurarla: se lei accetterà di mettere piede in studio non ci vendicheremo, non ci sarà un duello finale". Santoro critica poi l'intervista del Cavaliere a Barbara D'Urso, ma garantisce: "Questa serata non sarà la fine del mondo. E come direbbe Bruno Vespa, domani sarà comunque un altro giorno". 

Guardate il video di Michele Santoro su Libero Tv

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • futuro libero

    29 Dicembre 2012 - 15:03

    sicuramente accetterà l'invito, ma un'ora prima comunicherà che non arriverà in tempo perchè sta facendo una lunga intervista, sarebbe lo smacco più grande per questo approfittatore di poveri, e spero tanto che Berlusconi faccia davvero uno sgarro simile. lui travaglio e l'altro pirla avrebbero ilregalo migliore per il 2013.

    Report

    Rispondi

  • orovero

    27 Dicembre 2012 - 18:06

    Si astenga di andare in quel covo di Comunisti faziosi, solo al pensiero che deve rispondere alle domande di un giornalista detto Travaglio, mi vengono i brividi...

    Report

    Rispondi

  • GIUGNO1947

    27 Dicembre 2012 - 13:01

    Monti Casini Montezemolo Riccardi e ..........Fini(?) non hanno ancora capito che stanno facendo il gioco del PD. Non so cosa e quanto convenga loro. Di certo rischiano di fare la parte dei sudditi e dei succubi del PD, che non ha mai concesso niente a nessuno, come ha fatto con quei pochi DC accolti come ospiti nel PD. Monti si è fatto convicere da un partitino, a presentarsi alle elezioni, nella remota speranza di rifare il presidente del consiglio. Meglio sarebbe stato per lui che fosse rimasto fuori dall'agone politico, o che avvesse tentato di aggregare tutta l'aria di centrodestra. Se la finisce di farsi convincere dai fraudolenti consigli di Casini, può riprendere in mano la situazione. La mancanza di un giusto equilibrio determinerà un aggravaneto della situazione sociale, lavorativa, politica ed economica. Questo dovrebbe averlo capito anche Napolitano che ha avuto l'infelice idea di prporcelo, pur di togliersi berlusconi.Non credo abbia fatto bene a fare questa scelta.

    Report

    Rispondi

  • sgnacalapata

    21 Dicembre 2012 - 15:03

    e chi è costui?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog