Cerca

Crisi del grande schermo

Sale orfane dei vecchi cinepanettoni
A Natale crollano spettatori e incassi

Nei due giorni clou del 25 e 26 dicembre, 1 milione 873 mila biglietti (-25% rispetto ai due giorni del Natale 2011) e 14 milioni 34mila euro d'incassi, -23%

Sale orfane dei vecchi cinepanettoni
A Natale crollano spettatori e incassi

Sarà la crisi, sarà che i cinepanettoni di una volta non ci sono più. Fatto sta che il cinema non trova sotto l’albero di Natale il dono sperato, ovvero un incremento che lo salvi dalla caduta libera degli incassi degli ultimi mesi. Nel campione Cinetel (rappresentativo del  90% del mercato cinema) si sono venduti infatti, nei due giorni clou del  25 e 26 dicembre, 1 milione 873 mila biglietti (-25% rispetto ai due giorni del Natale 2011) e si sono incassati 14 milioni 34mila euro, ovvero -23% rispetto allo scorso anno. E anche se in un confronto complessivo delle festività, all’1 gennaio e al 6 gennaio, secondo Cinetel "si può ragionevolmente prevedere un miglioramento per il maggior numero di giorni festivi che caratterizza la parte finale di dicembre", la situazione non è certo rosea. 

Il film più visto quest’anno nei due giorni di Natale e Santo Stefano è 'Colpi di fulmine', prodotto da Universal-Filmauro, con 395mila spettatori e un incasso di 2 milioni 787mila euro. Secondo posto per spettatori è ancora di un film italiano, 'I due soliti idioti', Medusa, con 318mila biglietti e 2 milioni 366mila euro, mentre il secondo posto per incasso va a 'Lo Hobbit', Warner, con 2 milioni 416mila euro. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog