Cerca

l'ultima copia

"Pubblico" appeso a un filo
Il 31 dicembre si decide il futuro

Il quotidiano dopo soli 4 mesi di vita potrebbe essre al capolinea. La chiusura è vicina. la creatura di Telese è morta prima di nascere. Pochissime le copie vendute

Un addio alle edicole che brucia soprattutto al suo direttore. La sfida di Pubblico era già persa in partenza
Luca Telese

Luca Telese

Luca Telese ha ormai perso la sua sfida. "Pubblico", il quotidiano vendoliano, potrebbe chiudere il 31 dicembre. Quella data segna un appuntamento importante. Durante una tesa riunione verranno discussi due ordini del giorno molto importanti. Il primo riguarda la messa in liquidazione, l'altro una ricapitalizzazione con l'ingresso di nuovi investitori. A quanto pare non sono bastati gli appelli delle ultime settimane. Il progetto editoriale e l'avventura aziendale sono al capolinea. Telese, con una costola de ilFatto Quotidiano aveva provato un percorso per conto suo. Ma i numeri gli hanno detto di no. Le copie vendute in media sono state 6000-7000. Poco per sfondare un mercato asfittico e ben occupato dalle altre testate. Il giornale in pratica parlava ad un pubblico troppo piccolo per reggere la cruda realtà del bilancio. Nello spazio di soli 4 mesi il quotidiano molla la presa e con lui molto probabilmente anche il sito. Nei giorni scorsi Telese aveva invogliato i lettori a comprare due copie del quotidiano per evitare il peggio. Chissà cosa dirà Marco Travaglio. L'appoggio a Nichi Vendola e il fallimento del leader di Sel alle primarie avranno pesato. Il quotidiano ha perso il suo traino politico. E Vendola ha perso il suo portavoce proprio sotto le elezioni. Brutti presagi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • india_india78

    28 Dicembre 2012 - 12:12

    fa un programmino sulla sette se non erro ma chi lo vede?la sette dalle mie parti non si vede bo sarà per le sue espressioni da uomo di sinistra a me sta sulle ....ciao telese

    Report

    Rispondi

  • marystip

    27 Dicembre 2012 - 19:07

    una bella notizia; un foglio di carta rossa in meno in questo paese non fa mai male.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    27 Dicembre 2012 - 19:07

    Siccome sono democratico dico che sono stra felice. che chiuda e fallisca e che l'unto paghi di tasca sua tutti i debiti che ha racimolato.Ora ho un'altra speranza, che chiuda l'unità, che il falso quotidiano sballi e che repubblichetta paghi pegno a tutte le infamie che lancia ogni giorno.Il manifesto rosso ha già chiuso o mi sbaglio?? Certo che i sinistri avrebbero dovuto spendere una cifra per mantenerli tutti i giornalini, ma li leggevano o li mettevano in pezzi 20x20 attaccati a un chiodo nel cesso?? nel cesso,nel cesso...

    Report

    Rispondi

  • tatankayotanka

    27 Dicembre 2012 - 18:06

    Chiude il quotidiano Pubblico? Tutta qui la forza editoriale di Telese? Dove sono i finanziamenti da filosofi di estrema sinistra, cantanti di sinistra, cervelli (?!) di sinistra, che erano stati promessi? Va bene che la vendita di giornali è in caduta libera, ma telese più che un quotidiano di "nicchia" ha fatto un quotidiano di "minchia"! Travaglio si rivolterà nella tomba dalle risate.... Ops, mi dicono che è ancora vivo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog