Cerca

Loro mangiano... e noi paghiamo

Paghiamo lo straordinario ai vigili
per fare le comparse a Masterchef

I ghisa di Pisapia sono stati i giurati speciali della prova del talent show e la lega attacca: "Facciano più sgomberi e meno assaggi"

La strana giornata di lavoro dei ghisa ha avuto un costo totale che va dai 15mila ai 20mila euro, pagati proprio dai milanesi e il presidente del consiglio comunale ha presentato un'interrogazione all'assessore alla Sicurezza
Paghiamo lo straordinario ai vigili 
per fare le comparse a Masterchef

Ecco la prova in esterna del talent show culinario Masterchef che ha visto protagonisti ben 100 vigili urbani di Milano. I ghisa di Giuliano Pisapia sono stati utilizzati come giuria per la prova di cucina che si è svolta all'Arco della Pace. La puntata è stata registrata il 5 giugno e le riprese sono durate dal mattino al pomeriggio e la paga degli agenti è stata pagata dal Comune come "servizio ordinario".  Gli agenti hanno assaggiato i piatti cucinati dai concorrenti: risotto allo zafferano o alla luganega, arrostino annegato e cotoletta alla milanese. 

Guarda il video dei ghisa in tv su Libero Tv

Le accuse -  L'assenza di un contributo privato ha fatto infuriare i sindacati dei vigili urbani e la Lega Nord attacca: i vigili facciano più sgomberi di casa occupate e meno assaggi di ricette. Il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo (Federazione della sinistra) ha presentato un'interrogazione all'assessore alla Sicurezza Marco Granelli. A pagare la strana giornata di lavoro dei ghisa, che ha avuto un costo totale che va dai 15mila ai 20mila euro, sono stati proprio i milanesi dato che tutti gli agenti erano in servizio ordinario.

La giunta - Intanto la giunta di Pisapia ha motivato l'utilizzo dei vigili con il ritorno della trasmissione televisiva. Un'operazione di marketing a favore del corpo della polizia municipale. 

 

Milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AG485151

    29 Dicembre 2012 - 21:09

    Dalla periferia a piazza duomo non si vede : 1 vigile , 1 carabiniere , 1 poliziotto. A piazza duomo due vigili alla porta laterale , due soldati , tre camionette di cui una della gdf con dentro qualcuno.Un paio di cc alla porta centrale. Pare che a milano ci siano più di 1500 vigili ( 15 al chilometro quadrato ), più i CC , più la PS chissà quanti sono al kmq. Però non se ne vedono e quando scappa un rapinatore , un aggressore ecc. non c'è mai nessuno che lo veda e lo fermi subito. Qualcosa non va proprio nell'organizzazione della sicurezza.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    29 Dicembre 2012 - 19:07

    colpa del decentramento

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    29 Dicembre 2012 - 17:05

    ... nessun magistrato s'accorge mai di costoro, eppure la "distrazione" di fondi pubblici potrebbe essere la stessa. Forse i magistrati sinistri credono più importante verificare lo scontrino del caffè dei destri, che guardare in casa loro. Questa è l'autonomia della magistratura. Forse sarebbe meglio se fosse politicizzata, almeno ognuno avrebbe quelli della propria parte a ficcanasare negli affari altrui.

    Report

    Rispondi

  • elfuma

    29 Dicembre 2012 - 16:04

    Anch'io li ho visti a Lecco fare le comparse in un film indiano poi,quando ne hai,bisogno non ci sono mai! Ho segnalato ad uno di loro che in via Buozzi le auto viaggiavano contromano e mi ha praticamente mandato a quel paese...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog