Cerca

Soldi al veleno

Grillo deve pagare Berlusconi:
"50mila euro per diffamazione"

Beppe perde contro Silvio. Prima sputtana Fininvest con un articolo sull'internazionale e poi si ritrova a dover sborsare un risarcimento pesante

Grillo deve pagare Berlusconi:
"50mila euro per diffamazione"

 

Beppe Grillo deve pagare Silvio Berlusconi. E non sono pochi i quattrini che Beppe deve al Cav: 50mila euro. Grillo ha perso una causa per diffamazione contro Silvio Berlusconi. La Corte d’Appello di Roma ha deciso e ha condannato Grillo al risarcimento. E Beppe dopo aver minacciato querele contro giornalisti come Gianni Riotta e vari cronisti in giro per l'Italia, ora la mano al portafoglio deve metterla lui per un articolo scritto su Internazionale in cui si parlava di conti falsi da parte della Fininvest. La Fininvest spa secondo i giudici, è stata diffamata da Grillo per un articolo apparso nel 2004 sulla rivista Internazionale dal titolo “Il caso Parmalat e il crepuscolo dell’Italia”. A GrilIo comunque è andata bene. La quota da versare nelle casse del Cav è un decimo di quella richiesta dalla fininvest. A calmierare il risarcimento è stata la bassa diffusione del settimanale stimata “in centomila copie”. Secondo i giudici “sarebbe modesta se paragonata alla diffusione di un concorrente come l’Espresso che diffonde due milioni di copie”. Se non ci fosse stata questa piccola correzione della pena Beppe doveva versare 500mila euro al Cavaliere. Troppo anche per lui. Avrebbe dovuto chiedere un prestito a Gianroberto Casaleggio, guru del Moviemto Cinque Stelle. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eezio51

    06 Febbraio 2013 - 11:11

    dai berlusca, non fare come i tuoi avversari della sx.Ti ricordi oggi di spennare quattro soldi, perche' per te, tali sono cioe' quattro soldi. E perdipiu', per cazzate.

    Report

    Rispondi

  • giseppe

    05 Gennaio 2013 - 17:05

    un giudice con le palle

    Report

    Rispondi

  • maverick100

    04 Gennaio 2013 - 23:11

    Questi magistrati di roma sono toghe azzurre (di destra). Bisognerebbe fare una riforma della giustizia seria che impedisca questi scempi. Un uso politico della giustizia per colpire l'avversario.

    Report

    Rispondi

  • milleottocentosedici

    04 Gennaio 2013 - 22:10

    Ed adesso un bel servizio sulle reti mediaset sul colore delle calze del giudice!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog