Cerca

Processo Mediaset

Esposito, pg Cassazione chiede sanzioni disciplinari per il giudice che condannò Berlusconi

Esposito, pg Cassazione chiede sanzioni disciplinari per il giudice che condannò Berlusconi

Processo disciplinare per il giudice di Cassazione Antonio Esposito, che pochi giorno dopo la condanna di Silvio Berlusconi nel processo Mediaset spiegò in anticipo a un giornalista del Mattino le motivazioni di quella sentenza. A chiederlo è stato il procuratore generale della Suprema Corte, Gianfranco Ciani, titolare, assieme al ministro della Giustizia Andrea Orlando, dell'azione disciplinare. La Procura generale della Suprema Corte, dopo aver terminato l'istruttoria, nel corso della quale aveva acquisito agli atti la stessa intervista e sentito lo stesso Esposito, ha chiesto il rinvio a giudizio disciplinare del giudice. Gli atti passano ora alla sezione disciplinare del Csm, che dovrà decidere se sanzionare o meno il magistrato. 

 

Gli Esposito, da Antonio a Vitaliano: una famiglia di toghe tra gaffe e scivoloni

 

 

Rischio sanzioni - Sul "caso" Esposito erano stati avviati accertamenti sia dall'allora guardasigilli Annamaria Cancellieri, che dal pg di Cassazione Ciani, nei giorni immediatamente successivi all'intervista pubblicata sul Mattino. Lo scorso autunno, dopo una pre-istruttoria, la Procura generale della Suprema Corte aveva deciso di avviare l'azione disciplinare nei confronti del magistrato. Anche il Csm si era occupato della questione con una pratica in prima commissione: questa fu archiviata, con il rilievo però nel documento approvato in plenum, di "possibili profili disciplinari" riguardo le dichiarazioni rilasciate da Esposito al quotidiano prima del deposito delle motivazioni della sentenza su Berlusconi.


L'indagine su Esposito Junior - La Procura generale della Cassazione, titolare, assieme al ministro della Giustizia, dell'azione disciplinare, sta svolgendo accertamenti anche sul pm di Milano Ferdinando Esposito, figlio di Antonio. La pre-istruttoria disciplinare avviata dal pg della Suprema Corte riguarda, stando a quanto si è appreso, gli stessi fatti dell’inchiesta aperta a Brescia nei confronti di Esposito sulla base di un esposto presentato da un avvocato che accusa il pm milanese di pressanti richieste di denaro. "Sono provato ma sereno. Ho fiducia nella giustizia e credo che sarà dimostrato che sono estraneo sia dal punto di vista disciplinare che penale alle accuse che mi sono rivolte", è il commento di Esposito Junior. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    22 Marzo 2014 - 15:03

    Quante volte lo abbiamo scritto: " se gli va male farà una settimana di ritiro spirituale" . E' la pena per quelli che hanno la tessera per ladri o indignitosi che siano.

    Report

    Rispondi

  • bostezo

    07 Marzo 2014 - 18:06

    ma na volta non gli davano le medaglie?

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    07 Marzo 2014 - 10:10

    E' da mandare a casa per sempre!

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    06 Marzo 2014 - 10:10

    Che siano esemplari, una volta per tutte!

    Report

    Rispondi

blog