Cerca

soldi che scottano

Napoli, appalti per la polizia
Arrestato il prefetto Fiorolli

le manette sono scattate per otto persone. Manager pubblici e imprenditori. Al centro dell'inchiesta i lavori per il Cen di Capodimonte

Una bufera giudiziaria che porta al in carcere nomi eccellenti. L'indagine riguarda anche Finmeccanica
2
Napoli, appalti per la polizia
Arrestato il prefetto Fiorolli
Una bufera giudiziaria che porta al in carcere nomi eccellenti. L'indagine riguarda anche Finmeccanica

Arresti pesanti quelli che questa mattina sono scattati a Napoli per un'inchiesta sulla realizzazione del Cen (centro elaborazione dati) nel quartiere Capodimonte. A finire in manette sono stati manager pubblici, imprenditori e un prefetto. La guardia di finanza sta eseguendo gli ordini su mandato della procura di Napoli. Le accuse vanno dall'associazione a delinquere, alla turbativa d'asta, all'abuso d'ufficio.

Prefetto in manetta - Tra i fermati c'è anche l'ex direttore delle specialità della polizia, il prefetto Oscar Fiorolli, ex questore di Genova e Napoli, tra i massimi dirigenti del ministero dell'Interno. Per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari. Nell'ambito dell'inchiesta la Procura di Napoli ha chiesto l'interdizione dai pubblici uffici dei prefetti Nicola Izzo e Giovanna Iurato. le manette sono scattate, oltre che per il provveditore delle opere pubbliche della Campania e del Molise sino al 2010, Mauro Mautone, anche per l'ex amministratore delegato della Elsag Datamat, Carlo Gualdaroni e Lucio Carmine Gentile. Ai domiciliari anche Guido Nasta, collaboratore di Subbioni, Luigi De Simone e l'imprenditore pugliese Enrico Intini. Obbligo di presentazione alla pg per Roberto La Rocca, Fabrizio Zanella, Antonio Burinato e Paolo Gustuti. l'inchiesta in corso e gli arresti riguardano un'indagine complessa sulle irregolarità degli appalti concessi in affidamento dal pacchetto sicurezza a società del gruppo Finmeccanica.

 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • seve

    08 Gennaio 2013 - 21:09

    Ma allora è proprio una Ladrocrazia .

    Report

    Rispondi

  • silvano45

    08 Gennaio 2013 - 19:07

    quando non rubano si comprano le case degli enti a prezzo di saldo o si fanno dare deelle consulenze milionarie pe cazzate o fanno assume come dirigenti figli mogli e amanti questa è la nostra classe dirigente ha imparato dai politici che sono senza vegogna ladri spergiuri e persone ignobili

    Report

    Rispondi

media