Cerca

Rimborsi a luci rosse

Bolzano, giochi erotici e vibratori a spese del consiglio provinciale
Arriva la smentita

Bolzano, giochi erotici e vibratori a spese del consiglio provinciale 
Arriva la smentita

Un'inchiesta dai risvolti scottanti. Un vibratore e due giochi erotici, per un totale di 65 euro: ecco cos'ha scovato la guardia di finanza altoatesina spulciando tra le richieste di rimborso spese presentate da alcuni rappresentanti del consiglio provinciale di Bolzano. L'indiscrezione a luci rosse, secondo quanto riferito dal Corriere dell'Alto Adige, riguarderebbe le spese effettuate dagli esponenti di Die Freiheitlichen: un partito politico nato a tutela delle minoranze linguistiche residenti nella provincia bolzanina. Il capogruppo Pius Leitner, intervistato dall'Agenzia Ansa, ha dichiarato: "Dobbiamo verificare, se fosse così non sarebbe corretto".
L'indagine della procura sulle rendicontazioni dei gruppi consiliari è nata lo scorso gennaio, in seguito alla segnalazione su presunte irregolarità nell'utilizzo dei contributi effettuata da una persona interna alla giunta.
Il partito sudtirolese però smentisce il tutto: "Le notizie non corrispondono ai fatti". I Freiheitlichen si dicono disponibili a qualsiasi chiarimento nel caso la Procura oppure la guardia di finanza lo richiedessero. "Se i Freiheitlichen avessero compiuto qualcosa di illegittimo, questo deve essere comunicato dalla Procura", comunica in una nota il partito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog