Cerca

Il racconto

Ivrea, parla l'alunna: "Perché sono andata con la prof nel club degli scambisti con la prof"

Ivrea, parla l'alunna: "Perché sono andata con la prof nel club degli scambisti con la prof"

Una professoressa, con un passato da cubista e un debole per le serate a luci rosse. Due studentesse, incuriosite dai racconti bollenti della loro docente. Una sera, le tre donne decidono di andare in un club per scambisti. Corpi avvinghiati sui divanetti e orge consumate in pubblico: una volta arrivate all'Imperial, una specie di casa-discoteca persa nella campagna, le ragazze sono imbarazzate e faticano a lasciarsi andare. A rassicurarle, pensa la loro insegnante: "Tranquille, io ho conosciuto qui il mio ex fidanzato". Poi Sabrina Z., questo il nome della trentenne torinese, si allontana: "Poco dopo l’ho vista, seminuda, mentre faceva sesso con due uomini", ha raccontato una delle adolescenti in un'intervista a La stampa. 

"Ecco come ci ha convinte" - Al giornalista del quotidiano torinese, la giovane spiega anche le ragioni che l'hanno spinta ad accettare l'invito della prof: "Mi chiedeva con insistenza se avevo voglia di uscire con lei. Trattandosi di un’insegnante, accettai". Per convincere le apprendiste estetiste a seguirla, inoltre, Sabrina Z. cercava in tutti i modi di solleticare la loro curiosità: "Un giorno ci ha mostrato un babydoll da infermiera con tanto di tessuto trasparente e pizzo bianco, ha detto che lo avrebbe indossato la sera stessa". Adesso la donna è accusata di violenza privata e la preside della scuola l'ha licenziata. A ottobre, riprenderà il processo che la vede come imputata. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Argonauta

    19 Marzo 2014 - 18:06

    Finalmente un po' di educazione sessuale seria

    Report

    Rispondi

  • Pampalex

    19 Marzo 2014 - 13:01

    AVESSI AVUTO IO UNA PROF COSI' CAZZO

    Report

    Rispondi

  • rendagio

    19 Marzo 2014 - 12:12

    ma queste ragazze erano dele rincoglionite? basta vedre on-line quante casa da scambio ci sono in Itália, dove tutto e´permesso ma nulla e´obbligatorio , per cui , da brave maggiorenni hanno preso atto di um mondo reale, ma bigottamente nascosto, frequentarle e´un piacere, provareper credre ehehehhehehe, braca proff.as dare sempre l´esempio

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    19 Marzo 2014 - 12:12

    E professoressa di che? Con un passato da cubista, poi. E poi dicono che gli insegnanti sono una banda di frustrati insoddisfatti...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog