Cerca

La mossa

Calabria, Giuseppe Scopelliti si dimette da governatore

Calabria, Giuseppe Scopelliti si dimette da governatore

Il presidente della regione Calabria, Giuseppe Scopelliti ha annunciato le sue dimissioni. Il passo indietro arriva dopo la condanna a sei anni di reclusione per abuso e falso e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici per aver firmato dei bilanci ritenuti falsi quando era sindaco di Reggio Calabaria.

Il processo - Il processo ha avuto origine dalle autoliquidazioni che avrebbe fatto l'ex dirigente dell'Ufficio finanze del Comune Orsola Fallara, suicidatasi nel 2010. Le parcelle che Orsola Fallara si liquidò, per un importo di 750mila euro, erano da mettere in relazione al suo incarico di rappresentante del Comune nella Commissione tributaria. L'inchiesta fu avviata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria nell'ottobre del 2011. Si è poi estesa e la Procura reggina ha disposto una serie di accertamenti tecnici sui conti del Comune dai quali sarebbero emerse una serie di irregolarità nei bilanci dell'ente dal 2008 al 2010.

La vicenda - Nel luglio del 2012 è stato disposto il rinvio a giudizio degli imputati, mentre il dibattimento ha avuto inizio il 7 novembre del 2012. Nel corso delle udienze sono stati sentiti numerosi testi dell'accusa e della difesa. Scopelliti, nel corso del suo interrogatorio, aveva riferito ai giudici che il 2 novembre del 2009 chiese conto alla Fallara delle autoliquidazioni delle parcelle e la funzionaria gli disse: "mi vergogno, ma è tutto vero". Da quel momento i "nostri rapporti - aveva detto Scopelliti ai giudici - si interruppero".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    29 Marzo 2014 - 11:11

    eccone un altro, anzi due con Previti; Ma tutti Lui li andava a trovare? Cianno dove sei?

    Report

    Rispondi

  • biasini

    29 Marzo 2014 - 08:08

    Arrogante ed incapace. Una specie di Madonna Pellegrina, sempre in giro (costoso e a nostre spese) e mai dove avrebbe dovuto essere. Icona della classe dirigente meridionale. Un giovin cialtrone. (non è che altrove siamo messi meglio...)

    Report

    Rispondi

  • fossog

    28 Marzo 2014 - 16:04

    NO, non si è dimesso.... si è ''dovuto'' dimettere causa condanna come da legge Severino. Se avesse potuto scegliere, siamo certi noi cittadini, starebbe ancora al suo posto in attesa del ''terzo'' grado di giudizio... come a dire : in italia i giudici sono talmente co...ni che per avere una sentenza un pò affidabile, ci si deve provare CIRCA tre volte. Agli altri paesi INVECE bastano DUE.

    Report

    Rispondi

    • antari

      29 Marzo 2014 - 00:12

      Scopelliti si e' dimesso per non esser dimesso d'ufficio. Pare fosse livido di rabbia.

      Report

      Rispondi

  • valerio5

    28 Marzo 2014 - 14:02

    ma vi rendete conto che nel centro destra non ne salva uono che uno! finite tutti i giorni sui giornali, oggi ne è arrivato uno fresco fresco er nipote de cesarone previti, il pm a scajola ha fatto appello, e stiamo a metà giornata, prima di mezzanotte chissà quanti finiranno nelle patrie galere

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog