Cerca

Il passo indietro

Multe per sosta prolungata sulle strisce blu? sia paga se decidono i Comuni

 Multe per sosta prolungata sulle strisce blu? sia paga se decidono i Comuni

Per le dispute tra Comuni e cittadini, riguardo lo sforamento d'orario sulle strisce blu, alla fine decide il Comune. La multa per chi sosta sulle strisce oltre il tempo per il quale si è pagato può essere fatta, ma solo se i comuni hanno adottato una "specifica previsione". Questo è quello che è emerso dell’incontro di giovedì sera al Viminale tra i ministri dell’Interno e delle Infrastrutture, Angelino Alfano e Maurizio Lupi, ed il sindaco di Torino, Piero Fassino, in qualità di presidente dell’Anci. Ai Comuni verrà quindi data la facoltà di erogare multe, salvo assenza di provvedimento ad hoc, e, visti i conti in rosso, è molto probabile che si affretteranno a varare appositi provvedimenti.

L'incontro - La decisione è arrivata dopo settimane di proteste da parte dei sindaci dei vari comuni italiani. Un vero e proprio scontro che ha visto il Ministero dei trasporti deciso e quello dell'Interno decisi a non far pagare le multe e, dall'altro lato, i comuni pronti a continuare l'erogazione. Per il ministro Lupi, posto che "il principio generale è che i cittadini rispettano le leggi e anche gli amministratori devono farlo e non possono interpretarle", il punto fermo è che "le multe non possono essere usate come tassazione indiretta sulla pelle dei cittadini". Alla fine si è optato per un punto d'incontro: "Per le zone a strisce blu, laddove la sosta si protragga oltre il temine per il quale si è pagato, la sanzione pecuniaria potrà essere irrogata solo in presenza di specifica previsione del Comune", quindi uno specifico provvedimento emesso. Questo perché "si è convenuto che la regolamentazione della sosta è competenza dei Comuni che ne definiscono le modalità con proprio atto deliberativo". In assenza di tale delibera e quindi finché non verrà approntata non è possibile elevare multe per il caso in questione. Per quanto riguarda le penalità sarà sempre il Comune a decidere, anche se le multe dovranno essere improntate a criteri di commisurazione e ragionevolezza rispetto alla tariffa richiesta per la sosta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lallo1045

    30 Marzo 2014 - 09:09

    POLITICI PAGLIACCI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • delfino47

    29 Marzo 2014 - 19:07

    Il ministro Lupi si è dimostrato un BUFFONE, come i suoi compagni di partito che si erano definiti sentinelle delle tasse !

    Report

    Rispondi

  • attualità

    29 Marzo 2014 - 17:05

    I "nostri "politici non sono stati capaci di prendere una decisione sul da farsi riguardo le strisce blu .Come possono prendere decisioni un po piu' importanti? Boooo ! ( Forse ci si guadagnava poco?

    Report

    Rispondi

  • antari

    29 Marzo 2014 - 14:02

    Mi sembra di capire che LUPI e' davvero un buffone. Il che non dovrebbe stupire, visto quel che negli anni ha fatto e detto.

    Report

    Rispondi

    • fonty

      fonty

      29 Marzo 2014 - 16:04

      Amico, se Lupi è un buffone solo perché voleva togliere la multa a chi sfora il tempo del parcheggio, che dire allora di Mr. scheletron (Fassino) che a nome dell'ANCI perora le multe, chissà sarà per venire incontro ai cittadini o per pensare come fa al solito la SX a far soldi con le tasse ?

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog