Cerca

Studentesse a luci rosse

Quaranta mila euro per uscire dall'inchiesta delle baby squillo dei Parioli

Quaranta mila euro per uscire dall'inchiesta delle baby squillo dei Parioli

Mauro Floriani, il marito di Alessandra Mussolini ha ammesso di avere avuto dei rapporti sessuali con una delle baby squillo dei Parioli. Lo ha ammesso, ma ha anche voluto precisare che era "certo che avesse meno di 19 anni". Nicola Bruno, il figlio del senatore di Forza Italia Donato, anche lui finito nell'inchiesta sulle due studentesse che si prostituivano in un appartamento ai Parioli, non è stato ancora interrogato e la sua posizione "sospesa". Gli avvocati di entrambi stanno valutando cosa convenga fare visto che il procuratore aggiunto Maria Monteleone e l'aggiunto Cristiana Macchiusi hanno indicato la strada ai "clienti" incensurati per uscire dall'inchiesta il prima possibile. La strada è quella del patteggiamento: ovvero cinque mesi e dieci giorni di carcere oppure una pena pecuniaria di 40mila euro. Una pena minima per chi non è stato un habituè delle ragazzine.

E così in questi giorni è iniziata la sfilata dei legali di chi è finito nella squallida storia di Roma e ha deciso di assumersi ogni responsabilità e pagare. Del resto sborsando 40 mila euro (250 euro per ogni giorno di carcere) si evita l'affidamento ai servizi sociali, ma soprattutto evita a molti di quei 52 uomini di confessare alle famiglie il coinvolgimento nelle indagini. In alternativa, spiega Valentina Errante sul Messaggero, c'è la cosiddetta libertà controllata, che prevede però una serie di prescrizioni: dal divieto di allontanarsi dal comune di residenza, salvo autorizzazione concessa di volta in volta e solo per motivi di lavoro, studio, famiglia o salute, all'obbligo di presentarsi almeno una volta al giorno presso gli uffici di pubblica sicurezza o al comando dei carabinieri. E ancora la sospensione della patente, il ritiro del passaporto.

Insomma una trafila che molti dei clienti vorrebbero evitare. E così stanno chiedendo il patteggiamento. Tra loro non c'è il marito di Alessandra Mussolini, per il quale la procura avrebbe già optato, secondo quando riporta il Messaggero, il rito immediato. E neanche il figlio del senatore di Forza Italia. Bisogna vedere se scenderà a patti con l'accusa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    02 Aprile 2014 - 16:04

    E' questa l'utlima frontiera della giustizia Statale Italiana ? PAGHI E NON VIENI CONDANNATO ? è questa la cultura animalesca della Casta che si Autocontrolla, si Autovaluta, si ''auto-fà-i-cazzi-suoi'' ? Bella gente, pagata a ufo e anche molto, anzi Troppo, per avere risultati degni del Congo e dei peggiori cessi del pianeta. Meglio una 'Cooperativa Privata Giudiziaria' con Contratto Statale.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    02 Aprile 2014 - 15:03

    giudici statali, incivili e miserabili come la cultura degli accordi giustizia/narcotraffico in sudamerica... Paghi e Non Vieni Condannato, e sono anche miserabili economicamente visti i 40.000 miserabili euro. Ma la cifra e la compra-vendita non sono bassezza economica è COMPLICITA' di una banda giudiziaria statale che si Autocontrolla, AUTOREFERENTE, e che và sempre più marcendo.

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    01 Aprile 2014 - 18:06

    Non posso non pensare che questa giustizia che permette di pagare solo monetariamente una pena che, al contrario, è da codice penale, non è la mia giustizia. E tutti quei trinariciuti (ormai quadrinariciuti) che sproloquiavano conto Berlusconi quando diceva e dice che la QUESTA giustizia andava/va riformata, debbono rendersi conto di quanto, non proprio indirettamente avallino queste cose.

    Report

    Rispondi

    • magri.roberto

      01 Luglio 2014 - 21:09

      perche berlusconi non ne ha approfittato...la legge la fa il parlamento...queste leggi permissive le ha fatte il vostro idolo liberale rag berlusconi.... investimenti stranieri????????? ha perso le aste contro sky e ha avuto lo stesso i diritti con una legge scritta dal suo ministro... e voi siete quelli della liberta del mercato libero?????? siete peggio di stalin......

      Report

      Rispondi

  • fraferra

    01 Aprile 2014 - 18:06

    Quarantamila Euro,,,, scopatine piuttosto care,,,,, tutto questo perchè in Italia non ci sono le case chiuse,,, Poi chi ha i soldi risolve tutto, chi non li ha va in carcere?? E' questa la Giustizia?? Lasciate stare i finocchi, loro non frequentano le minorenni, caso mai frequentano i maschi,,,,,, Con le case chiuse ci potrebbero essere tutte le varietà e si salverebbero i matrimoni,,,,,,,,

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog