Cerca

Riforma dell'Istituto

Papa Francesco "salva lo Ior"

La banca vaticana "continuerà ad assistere il Santo Padre nella sua missione pastorale universale"

Papa Francesco "salva lo Ior"

"Ci sono quelli dello Ior: scusatemi, eh! Tutto è necessario, gli uffici sono necessari. Ma sono necessari fino ad un certo punto: come aiuto a questa storia d’amore. Ma quando l’organizzazione prende il primo posto, l'amore viene giù e la Chiesa, poveretta, diventa una ong. E questa non è la strada". Papa Francesco aveva pronunciato queste parole il 24 aprile 2013 durante la messa celebrata alla Domus Santa Marta proprio per i dipendenti della banca vaticana. E l’11 giugno aveva rincarato la dose affermando: "San Pietro non aveva un conto in banca". Parole che avevano lasciato intendere una imminente decisione drastica del Papa: la chiusura dell’Istituto delle Opere di religione che tanto ha danneggiato negli ultimi 40 anni l’immagine della Chiesa Cattolica. 

Oggi, invece, "Papa Francesco ha approvato una proposta sul futuro dell’Istituto per le Opere Religiose, riaffermando l'importanza della missione dello Ior per il bene della Chiesa Cattolica, della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano" annuncia una nota della Sala Stampa della Santa Sede. "Lo Ior continuerà a servire con attenzione e a fornire servizi finanziari specializzati alla Chiesa Cattolica in tutto il mondo. I significativi servizi che possono essere offerti dall’Istituto assistono il Santo Padre nella sua missione di pastore universale e supportano inoltre istituzioni e individui che collaborano con lui nel suo ministero". Il cardinale-prefetto del nuovo superdicastero per l’Economia vaticana, George Pell, "ha confermato l'importanza di un allineamento sostenibile e sistematico delle strutture legali e normative della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano con le 'best practice' regolamentari internazionali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    08 Aprile 2014 - 07:07

    Sembra una piccola marcia indietro. Ma onestamente era molto difficile pensare che si potesse trovare una soluzione diversa.

    Report

    Rispondi

  • alarut

    07 Aprile 2014 - 17:05

    Della serie..."scusatemi, avevo scherzato"..... non sono mica Giovanni Paolo I°!!!!

    Report

    Rispondi

blog