Cerca

La virata radical chic

La svolta a sinistra di Rai Radio 1: anche la Cuccarini vittima del new deal di Mucciante

La svolta a sinistra di Rai Radio 1: anche la Cuccarini vittima del new deal di Mucciante

A neanche un mese dalla sua nomina a direttore di Rai Radio 1 e Flavio Mucciante ha già compiuto la sua rivoluzione, un new deal in salsa radical chic, tagliando 7 programmi. Dopo la chiusura de Il Comunicattivo di Igor Righetti, Doppio femminile con Jo Squillo, L'argonauta di Paolo Corsini,  l'oltre decennale Con Parole mie condotto da Umberto Broccoli (sostituito con King Kong, il nuovo programma della critica musicale dell'Unità Silvia Boschero) e L'Italia che va con Daniel Della Seta e Fanny Cadeo, ora, a quanto riferito da Lanotiziagiornale.it, andrà in soffitta anche Citofonare Cuccarini di Lorella Cuccarini. Il problema non è tanto la spending review della Rai, ma dietro le scelte di Mucciante sembra spuntare la pista politica e la Cuccarini, fortemente voluta da Antonio Preziosi, ultimo berlusconiano tra i direttori Rai ancora in attesa di un ricollocamento, sembra essere la vittima più illustre.

Più politica che ascolti - Il fattore politico tornerebbe anche sugli altri taglii. I programmi fatti fuori in appena un mese erano infatti cari ad ambienti ex Pdl e zone limitrofe. Broccoli, archeologo, autore televisivo e conduttore radiofonico, fu nominato nel 2008 sovrintendente ai beni culturali del comune di Roma dall'ex sindaco della Capitale Gianni Alemanno (ex Pdl ora membro di Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale). Corsini e Righetti non sono di sinistra. Jo Squillo e Fanny Cadeo sono state volute da Antonio Verro, consigliere di amministrazione Raied ex senatore Pdl. Inoltre il programma L'argonauta di Corsini, in onda da ben 12 anni alla domenica sera sul primo canale della radio pubblica, era dedicato alla cultura di destra che non trova spazio sui grandi giornali tipo Repubblica e Corriere della Sera. E ora nemmeno a viale Mazzini.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filder

    14 Novembre 2014 - 22:10

    Probabilmente la signora Cuccarini non ha voluto la tessera comunista.

    Report

    Rispondi

  • merypedrotti

    18 Aprile 2014 - 20:08

    E' ben triste cancellare programmi come quello di Broccoli! Io appassionata di radio credo che non ascoltero' più Radio 1!!!! E' una vergogna anche il programma di Lorella Cuccarini. Marisa Pedrotti

    Report

    Rispondi

  • Marcello Sanna

    08 Aprile 2014 - 16:04

    Che problema c'è ? Basta non pagare più il canone.

    Report

    Rispondi

  • Horaf

    08 Aprile 2014 - 15:03

    Qual è la differenza tra il mio commento e quello di satanik? Per caso ho scritto cose vere che a voi non piacciono?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog