Cerca

La voce

L'indiscrezione di "Prima": "De Bortoli potrebbe lasciare il Corriere"

L'indiscrezione di "Prima": "De Bortoli potrebbe lasciare il Corriere"

Non sono giorni facili per il direttore del Corriere della Sera. Ferruccio de Bortoli sarebbe sempre più vicino all’addio della direzione del quotidiano di via Solferino . La notizia, non ancora confermata, arriva dal sito di Prima Comunicazione che annuncia per questo pomeriggio alle 16 una assemblea dei giornalisti per quella che al momento viene definita una "ipotesi". "All'origine – scrive la rivista – il rapporto non certo facile tra il direttore e l'amministratore delegato di Rcs Pietro Scott Jovane". Rapporto sempre più compromesso dopo che il direttore del quotidiano si era schierato contro il bonus promesso all'ad e a una ventina di manager per il raggiungimento degli obiettivi di bilancio - con risparmi per 92 milioni di euro per ripianare il debito della precedente gestione – mentre l'azienda continua a tagliare costi e personale. Se la miccia è lo scontro sui compensi dell'amministratore, sono molti in realtà i terreni della crisi di Rcs. L'ultima grana è la cassa integrazione per i 16 dipendenti di Rcd, la Redazione Contenuti Digitali che fornisce al sito del Corriere una media di 44 video al giorno: l'azienda punta ufficialmente sul rafforzamento dei contenuti digitali, ma ha deciso di esternalizzare questi servizi cancellando la redazione. Se De Bortoli dovesse lasciare il Corriere al suo posto potrebbe arrivare l'attuale direttore de La Stampa, Mario Calabresi e come vice sarebbe promosso l'inviato di punta ed editorialista Aldo Cazzullo. Sulla poltrona di direttore editoriale invece dovrebbe arrivare Giulio Anselmi, con Calabresi già a Torino. Per la guida de La Stampa potrebbe invece essere scelto l'editorialista Michele Brambilla

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biasini

    09 Aprile 2014 - 12:12

    Perché? C'era De Bortoli al Corriere? Forse per questo che non me ne sono mai accorto.

    Report

    Rispondi

blog