Cerca

Il giorno del giudizio

Silvio Berlusconi ai servizi sociali: il procuratore accoglie la richiesta

Silvio Berlusconi ai servizi sociali: il procuratore accoglie la richiesta

Silvio Berlusconi molto probabilmente sarà affidato ai servizi sociali. ll consenso alla richiesta di Berlusconi è stato formulato dal sostituto procuratore generale Antonio Lamanna, che rappresenta la pubblica accusa. Lamanna avrebbe spiegato che ci sono tutti i requisiti perché il Cavaliere sconti la sua condanna in affidamento ai servizi sociali. La difesa ha ribadito la sua richiesta in questo senso, la palla passa ora ai giudici che devono decidere. Ma la decisione, a meno di altre sorprese, non dovrebbe arrivare oggi. Dunque secondo le notizie che arrivano dal tribunale di Milano la paura del Cav di finire ai domiciliari è stata scongiurata. Da questo momento i magistrati entro 10-15 giorni renderanno nota la loro decisione su dove Berlusconi debba scontare la sua pena. Il Cav ha chiesto di poter scontare la pena in una struttura per disabili, mentre i magistrati sarebbero orientati per una struttura per anziani.In Aula per Berlusconi c'erano Niccolò Ghedini e Franco Coppi. Silvio non si è presentato in Aula. Il Cavaliere ha seguito l'udienza a distanza ad Arcore. Intanto dopo l'udienza arrivano le prime reazioni da Forza Italia.

"Un giorno triste" - A parlare è la vice-capogruppo Maria Stella Gelmini: "Al di là delle decisioni che assumerà il Tribunale di Sorveglianza sul presidente Berlusconi, quella di oggi è una giornata infausta per la democrazia. Negare il diritto di voto e di rappresentanza a Silvio Berlusconi significa ferire la storia di milioni di italiani che da tempo credono in lui". "Di fronte a questa situazione -spiega- non ci sono risarcimenti possibili. L’ingiustizia subita da un leader che più volte ha rappresentato l’Italia nel G8 e per nove anni ha guidato il governo impone una riflessione istituzionale e dovrebbe sollecitare le forze politiche e il governo a interventi capaci di restituire l’agibilità politica non solo a Berlusconi ma a quei milioni di italiani che si sentono da lui rappresentati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andresboli

    11 Aprile 2014 - 09:09

    scandaloso! se lo mandano ai servizi sociali sarebbe assolutamente scandaloso!! abbiamo ancora qualche giorno di speranza affinche i giudici comunisti cambino idea..

    Report

    Rispondi

  • antari

    10 Aprile 2014 - 19:07

    Auguri Silvio, porti a casa un successo!

    Report

    Rispondi

  • fossog

    10 Aprile 2014 - 19:07

    allora è finalmente finito il tormentone in cui un disaddattato sociale malato di erotismo, e privo di autocontrollo, che viene inqusito da giudici statali autoreferenti, inutili, e costosi/dannosi, che ci regalano sentenze dopo un decennio anche per casi ''idioti accessibili anche a chi di diritto nè sà a livello di scuola media superiore''? ERA ORA, ed allora vadano afff...lo tutti quanti.

    Report

    Rispondi

  • Renee59

    10 Aprile 2014 - 19:07

    Un Cavaliere del lavoro, che non ha mai chiesto aiuto allo stato come i De Benedetti, gli Agnelli etc., che da lavoro a migliaia di famiglie e che non ha mai fallito, è considerato un delinquente a tutti i costi da 20 anni, cioè da quando è entrato in politica (un avversario). Provate voi a fare quello che ha fatto lui, anziché blaterare. Solo il buon senso dovrebbe portare a tacere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog