Cerca

La curiosità

Il Cav a Cesano Boscone, il paese di Tartaglia
che lo colpì al volto con la statuetta

Massimo Tartaglia e Silvio Berlusconi

A Cesano Boscone: è qui che Silvio Berlusconi svolgerà i servizi sociali, alla fondazione Sacra Famiglia. Ma non è la prima volta che la strada del leader di Forza Italia si incrocia con la comunità di questo Comune nell’hinterland di Milano. Proprio di Cesano Boscone è infatti Massimo Tartaglia, l’uomo che il 13 dicembre del 2009 scagliò una statuetta del Duomo contro l’allora premier, dopo una manifestazione a Milano. Tartaglia fu poi assolto dal gup di Milano, Luisa Savoia, perchè totalmente incapace di intendere e volere al momento del fatto, quindi non imputabile. Il paese di Cesano Boscone finì allora sotto i riflettori ed è destinato a tornare ora meta di giornalisti e fotografi visto che proprio qui Berlusconi dovrà svolgere la sua attività di volontariato «almeno una volta alla settimana e per un tempo non inferiore a quattro ore consecutive».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilrobertino

    16 Aprile 2014 - 15:03

    carlinob, piazzale loreto è lontano da cesano boscone. hai sbagliato strada.

    Report

    Rispondi

  • CARLINOB

    15 Aprile 2014 - 13:01

    Ci voleva un colpo diretto in mezzo alla fronte e le cose erano definitivamente sistemate!1

    Report

    Rispondi

    • zhoe248

      16 Aprile 2014 - 16:04

      Di vergognarsi non lo dico a lei, che non ne ha colpa, ma a chi vi ha ridotti in questo stato.

      Report

      Rispondi

blog