Cerca

Pisa

Preso il "branco" che ha ucciso Zakir
Quattro giovani incastrati da un video

L'aggressione di Zakir a Pisa

Gli autori dell’omicidio di Zakir Hossain hanno un nome ed un volto. Sono stati identificati nella nottata appena trascorsa dalla Squadra Mobile della Questura di Pisa. La polizia ha identificato i quattro giovani del ’branco' che nella notte tra domenica e lunedì scorsi aggredirono, nel centro di Pisa, il bengalese di 34 anni morto all’ospedale di Cisanello dopo 36 ore di agonia a causa del pugno al volto sferrato contro di lui da uno degli aggressori. Secondo quanto si è appreso, i quattro giovani sarebbero residenti in provincia di Pisa ed avrebbero tra i 20 e i 35 anni. Per arrivare alla svolta decisiva nelle indagini si sarebbe rivelata utile la diffusione ieri delle immagini riprese dalle telecamere della videosorveglianza urbana di corso Italia. A sferrare il pugno in faccia a Zakir è stato un cittadino tunisino, Hmarouni Hamza, 27 anni, che si è reso irreperibile martedì prendendo un aereo dall’aeroporto milanese di Malpensa per Tunisi, dove si trova ora. Nei suoi confronti la magistratura procede per omicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • donato341

    27 Novembre 2014 - 12:12

    Da tutta questa violenza omicida senza senso, dobbiamo chiederci quale sarà il futuro di questo nostro non più " Belpaese" per continuare ad abitarci!

    Report

    Rispondi

  • mapagolio

    19 Aprile 2014 - 09:09

    Provocazione,abbiamo i servizi segreti.usiamoli e eliminiamolo.

    Report

    Rispondi

  • routier

    19 Aprile 2014 - 08:08

    Kabobo sta facendo scuola. Avanti così finchè gli italiani non guariscono dalla "coniglite acuta" e cominciano a rispondere per le rime.

    Report

    Rispondi

  • ilsognodiunavit

    18 Aprile 2014 - 21:09

    Vediamo ora quale pena daranno a questi signori, qualcuno porterà scuse di perdono? vediamo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog