Cerca

Il killer del catamarano

Livorno, De Cristofaro è evaso dal carcere di Porto Azzurro

Livorno, De Cristofaro è evaso dal carcere di Porto Azzurro

Filippo De Cristofaro, meglio conosciuto nelle cronache come il Rambo dei mari, è evaso dal carcere di Porto Azzurro, a Livorno. L'uomo era stato condannato per un omicidio di Annarita Curina, una skipper di Pesaro, nel 1988. Per questo delitto, compiuto da De Cristofaro e la sua amante olandese, la diciassettenne Diana Beyer, per rubare il catamarano della donna, l'uomo è stato condannato all'ergastolo, mentre la fidanzata è stata condannata a sei anni e sei mesi di carcere con l'accusa di concorso in omicidio. Nei giorni scorsi era stato accordato a De Cristofaro un permesso premio in occasione della Pasqua. L'uomo è quindi uscito dal carcere per tre giorni, ma allo scadere del permesso non si è più presentato nella struttura ed è quindi iniziata la ricerca. Non è la prima volta che De Cristofaro evade durante un permesso premio; era già successo il 6 luglio 2007 e la sua fuga era finita solo un mese dopo a Utrecht, la città della Beyer.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rendagio

    29 Aprile 2014 - 08:08

    siamo alla perenne presa per culo,da parte dei nostri politici che fanno certe leggi sui diritti umani, ed I giudici rossi le applicano secondo convenienza,unassasino, evaso gia' una volta, riceve un permesso premio , e chiaro che non essendo scemo ci riprova,. e poi ci lamentiamo , povera Italiota e grazie a loro che siamo finite cosi in basso, , per gli assasini, ci vuole ,palla al piede,

    Report

    Rispondi

  • rdygua

    29 Aprile 2014 - 08:08

    Continuo a ripeterlo, noi non siamo un paese normale. La giustizia è in mano al singolo magistrato che la gestisce come meglio gli aggrada. La certezza della pena non esiste, Chiunque può commettere le nefandezze che vuole, con la certezza che mai pagherà come si deve per quello che ha fatto. Le vittime oltre al danno ricevono pure la beffa. Mi dispiace solo per i familiari della ragazza uccisa.

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    28 Aprile 2014 - 16:04

    Inquisiamo il magistrato che gli ha dato il permesso in complicità in evasione.

    Report

    Rispondi

blog