Cerca

Scandalo a scuola

Roma, i professori fanno leggere un testo sul sesso gay in classe: denunciati

Roma, i professori fanno leggere un testo sul sesso gay in classe: denunciati

I professori del liceo Giulio Cesare di Roma sono stati denunciati per aver fatto leggere un libro ai loro studenti. L'opera che ha scatenato le polemiche è Sei come sei, un romanzo di Melania Mazzucco che parla della storia di Eva, una ragazzina di 11 anni, figlia di una coppia omosessuale. L'autrice racconta la vita di questa bambina e dei suoi due papà, facendo anche riferimento al sesso omosessuale. Ai professori del noto liceo romani è stato criticato il fatto di aver scelto un testo che contiene "pubblicazioni di spettacoli osceni e di corruzione di minorenni".

Le proteste - La decisione dei professori è in linea con la legge; esiste infatti un documento dell'Ufficio Nazionale antidiscriminazione razziale, che prevede una "Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere". Ma la decisione ha scatenato forti proteste anche fuori dalla scuola, dove campeggiavano striscioni con commenti come: "Maschi selvatici, non checche isteriche". Le proteste sono state fomentate soprattutto degli esponenti di Forza Nuova, che hanno ritenuto la scelta dei professori fuori luogo: "È inaccettabile che al giorno d’oggi - comunicano in una nota - , con la crisi che impera e con la disoccupazione a livelli record, vengano presentati ai giovani studenti modelli di vita deviati e perversi come se fossero la normalità o rappresentassero una priorità. Spetterà a noi ragazzi rialzare le sorti del nostro paese e non sarà di certo attraverso la propaganda gay che ciò sarà possibile. Il nucleo fondamentale della società è infatti la famiglia, quella tradizionale, formata da padre, madre e figli ed è solo su questo modello che si baserà il futuro della nostra nazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • er sola

    29 Aprile 2014 - 18:06

    E' inaccettabile che nelle scuole si parli e si spieghi la depravazione.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    29 Aprile 2014 - 17:05

    Che paese moderno e aperto alle varietà....Siamo veramente degli ottusi residuati culturali. Ognuno, al mondo, è libero di vivere come gli pare purchè, con il suo stile di vita, nn danneggi terze persone (i figli x es.). Ognuno a letto fa ciò che vuole e io non lo devo ne lo voglio sapere, sono solo fattacci suoi. Xchè lo stato e la comunità devono ficcare il loro naso moralista dappertutto?

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    29 Aprile 2014 - 15:03

    hanno fatto benissimo a denunciarli: e adesso che siano obbligati a spiegare come fanno due uomini a fare i figli: spieghino che l'umanita' si estinguerebbe all'istante visto che due uomini non fanno figli, non c'e' modo, NESSUNO. fra due uomini non funziona. Obbligo di spiegare la procreazione. Altro che cazzate.

    Report

    Rispondi

    • feltroni ve le suona ancora

      29 Aprile 2014 - 15:03

      Fattelo spiegare da Cecchi Paone...

      Report

      Rispondi

      • blues188

        30 Aprile 2014 - 10:10

        E tu chiedilo a Vendola, feltroniselosuonasempre. In mancanza anche Luxuria va benissimo. Hanno fatto molta pratica e ti possono spiegare tante cose. Magari dirti che anche tu hai le stesse loro inclinazioni. Depravato!!

        Report

        Rispondi

      • marcolelli3000

        29 Aprile 2014 - 21:09

        e' vero , ma io non ho bisogno che nessuno me lo spieghi: lei invece lo ha capito che due maschi non fanno figli? Se lo faccia spiegare bene se non lo sapeva. La aiuto : i buchi sono solo due mentre le donne ne hanno tre: ora dei tre delle donne solo uno e' adatto per la procreazione. I maschi invece hanno entrambi i buchi che non sono adatti. E' una cosa fisiologica, e' cosi' e basta.

        Report

        Rispondi

  • claudionebridio

    29 Aprile 2014 - 12:12

    Meno male che si comincia a prendere coscienza del fatto che, usando i gay e le donne come carne da cannone per spargere odio anti-maschile e arrivare ad attaccare il padre di famiglia e la famiglia naturale stessa, una banda di pervertiti "progressisti" al guinzaglio del laicismo europeo ed ONU sta distruggendo i principi fondanti della nostra società. Genitori, sconfessate questi farabutti

    Report

    Rispondi

    • capitanuncino

      29 Aprile 2014 - 14:02

      A Venezia in classe fanno di peggio.Credo che molto presto arriveranno a fare le prove pratiche con esami.Progressismo della lercia sinistra o zozzerie inculcate in menti fragili e facilmente manipolabili ai fini del controllo demografico?

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog