Cerca

Lutto

Taranto, morto a 88 anni lo storico patron dell'Ilva Emilio Riva

Taranto, morto a 88 anni lo storico patron dell'Ilva Emilio Riva

È morto oggi, mercoledì 30 aprile, il patron dell'Ilva Emilio Riva. Lo storico proprietario dell'acciaeria ionica, malato da tempo, si è spento all'età di 88 anni. La notiozia della sua scomparsa è stata diffusa nel primo pomeriggio. Era stato lui stesso ad occuparsi dell'acquisizione dello stabilimento tarantino dall'Iri. Ma il suo nome è legato all'inchiesta che il 19 giugno approderà al vaglio del giudice dell'udienza preliminare per il disastro ambientale di Taranto. Riva era ai domiciliari a seguito dell'inchiesta sul disastro ambientale a Taranto che sarebbe stato causato dall'Ilva. Per Riva è stato chiesto il rinvio a giudizio con altre 52 persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Peo

    01 Maggio 2014 - 08:08

    Inorridito, leggo i commenti qui e su altri quotidiani. Apprendo infatti della morte di un "assassino", ma quando la proprietà era dello Stato o di De Benedetti di assassini invece sembra non ce ne fossero. I morti - a Taranto - sono censiti mi pare dal 1980.... Insomma, assassino è solo chi si vuole che lo sia. Gli altri, tutti benefattori.

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    30 Aprile 2014 - 17:05

    Mi dispiace faccio le più sentite condoglianze alla Famiglia. Mi auguro inoltre che tutti gli imprenditori portino la loro azienda all'estero,dopo vedremmo alcuni parassiti dove andranno a prendere soldi. Questa azienda potrà anche aver commesso degli errori,questo non lo so, credo tutti li commettiamo ma trattarli da delinquenti no. Dopo abbiamo visto nei tribunali chi più delinquente e corrotto.

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    30 Aprile 2014 - 17:05

    E' ignobile vedere come certa gente, col cervello controllato dai rossi, si scaglia contro un uomo anche quando questi è morto. A questi signori vorrei inoltre ricordare che Emilio Riva acquistò l'ILVA nel 1995 dall'IRI del signor De Benedetti e che i primi morti per tumore sono riscontrabili negli anni 80. Quindi ragionate bene prima di dare tutte le colpe ad un uomo solo.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    30 Aprile 2014 - 16:04

    un vecchio che agiva (male) nella cultura del passato... di lui non me ne frega niente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog