Cerca

Il dolore

"Speziale libero", parla la figlia di Raciti: "Quella maglietta oltraggia mio padre, lascio l'italia"

"Speziale libero", parla la figlia di Raciti: "Quella maglietta oltraggia mio padre, lascio l'italia"

Una ferita che torna a bruciare. Un dolore che, dopo 7 anni, non si è affievolito. Fabiana Raciti, figlia del poliziotto ucciso a Catania nel febbraio del 2007, è arrabbiata, incredula e offesa. Leggere il nome dell'uomo che ha ucciso suo padre sulla maglietta indossata dall'ultrà napoletano Genny a' Carogna le ha fatto male: "Sono giorni che piango a dirotto", racconta la 22enne a Repubblica. Sabato sera, mentre un colpo di pistola feriva il tifoso Ciro Esposito e lo stadio Olimpico sprofondava nella confusione più completa, per Fabiana e sua madre è stato come vivere un nuovo lutto: "Le magliette sono l'ultimo sfregio: uno sfregio a un grande uomo, a un grande padre, un grande marito. Questo è uno schiaffo morale alla mia famiglia, quelle magliette vogliono difendere un assassino e offendere chi crede nella giustizia. Non lo posso tollerare". 

Secondo voi Fabiana fa bene ad andarsene dall'Italia?
VOTA IL SONDAGGIO
 

Via dall'Italia - Il sacrificio di Filippo Raciti, ucciso da Antonino Speziale mentre cercava di placare i disordini nati in occasione del derby siciliano Catania - Palermo, le sembra ora vano. "Spero solamente che la tua morte spinga la società a cambiare, perché tu sei un eroe", aveva detto Fabiana nel giorno dei funerali del padre. Il suo appello, però, è rimasto inascoltato. Ora, lo sconforto per un'Italia che non vuole e non riesce a cambiare potrebbe spingerla a partire: "Voglio andare via. Ho sopportato troppo in questo Paese", spiega nella stessa intervista. Poi, aggiunge: "Ho voglia di libertà, desiderio di felicità e soprattutto di sicurezza, ma tutto questo l'Italia non me lo permette più. Qui tutto peggiora di giorno in giorno e non vorrei far crescere i miei figli in un ambiente del genere: io sogno un posto dove le regole vengano rispettate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    08 Maggio 2014 - 06:06

    L'italia non è un paese per giovani.Vada pure via tranquilla senza girarsi indietro.Almeno lei ne ha possibilità.

    Report

    Rispondi

  • fiorgio

    08 Maggio 2014 - 01:01

    Hai perfettamente ragione Fabiana, viene voglia di andarsene da questa Italia di m..., io se potessi lo farei anche domani, non vedi che qui non funziona niente, dalle istituzioni alla politica, della magistratura non ci si fida più, spero che questa solidarietà che ti facciamo, serva almeno farti sentire meno sola.

    Report

    Rispondi

  • filder

    07 Maggio 2014 - 22:10

    Cara signorina: le esprimo tutta la mia soledarietà,ma l oltraggio maggiore alla memoria di suo papà ,viene a mio modo di vedere,dalle leggi blande dello stato che è forte con i deboli e debole con i forti.

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    07 Maggio 2014 - 14:02

    E' giusto lasciare l'Italia...presto fara' la fine dell'ex Jugoslavia e ci saranno i morti per strada ! Ormai tutte le regioni chiedono l'indipendenza perché come una stella nana, l'Italia sta per esplodere !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog