Cerca

Fenomeno mediatico

Da Al Jazeera al NY Times, cento giornalisti per Silvio ai servizi sociali

All'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone il Cav inizia la riabilitazione

Da Al Jazeera al NY Times, cento giornalisti per Silvio ai servizi sociali

Un centinaio di giornalisti di testate italiane e internazionali, da Al Jazeera al New York Times, si sono accreditati per seguire, stamattina, l’esordio di Silvio Berlusconi all’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone, la struttura cui è stato affidato in prova ai servizi sociali dopo la condanna Mediaset. L’ex Cavaliere è atteso alle 9,45 nella struttura dell’hinterland milanese dove inizierà l’inserimento nella residenza sanitaria assistenziale San Pietro. Più precisamente, nel ’Nucleo unò, riservato ai malati di Alzhemeir (una ventina i ricoverati). Giornalisti, cameraman e fotografi potranno vedere Berlusconi, da lontano, solo all’arrivo e all’uscita dalla struttura: saranno tenuti a distanza per garantire la privacy degli ospiti
della struttura e dei loro familiari. Oltre che dell’ex premier. Berlusconi sarà seguito da un’educatrice - hanno spiegato nei giorni scorsi i dirigenti
della Sacra Famiglia - e svolgerà attività di aiuto ai malati, simili a quelle che fanno in genere i volontari. L’ex premier dovrebbe arrivare accompagnato dalla sola scorta che, però, attenderà fuori dalla struttura nelle quattro ore di permanenza all’interno del San Pietro: dovrebbe trattenersi nell’istituto fino alle 13,45 e non è escluso che partecipi al momento del pranzo. Tornando al capitolo media, tra le testate accreditate anche le principali agenzie internazionali, France Presse e Reuters, l’emittente privata giapponese Fuji, quella tedesca Rtl e l’agenzia di stampa turca Iha.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kobra12

    09 Maggio 2014 - 09:09

    Tutto pronto per lo show. Aumentate anche le richieste di accesso dei parenti dei degenti.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    09 Maggio 2014 - 09:09

    Lo aveva detto: con me mai l'Italia aveva goduto di tanta notorietà all'estero

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    09 Maggio 2014 - 09:09

    Non si riabilita più, troppo abituato ai reati. Ma voi bananas come fater senza vergogna a dirvi ancora per lui?

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    09 Maggio 2014 - 09:09

    Bella fama per il più grande uomo di Stato nella storia italiana (come lui si autodefinì, il borioso) Vengono per far ridere il mondo intero... Bella Italia, amate sponde, pur vi torno a riveder

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog