Cerca

Fenomeno mediatico

Da Al Jazeera al NY Times, cento giornalisti per Silvio ai servizi sociali

All'Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone il Cav inizia la riabilitazione

8
Da Al Jazeera al NY Times, cento giornalisti per Silvio ai servizi sociali

Un centinaio di giornalisti di testate italiane e internazionali, da Al Jazeera al New York Times, si sono accreditati per seguire, stamattina, l’esordio di Silvio Berlusconi all’istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone, la struttura cui è stato affidato in prova ai servizi sociali dopo la condanna Mediaset. L’ex Cavaliere è atteso alle 9,45 nella struttura dell’hinterland milanese dove inizierà l’inserimento nella residenza sanitaria assistenziale San Pietro. Più precisamente, nel ’Nucleo unò, riservato ai malati di Alzhemeir (una ventina i ricoverati). Giornalisti, cameraman e fotografi potranno vedere Berlusconi, da lontano, solo all’arrivo e all’uscita dalla struttura: saranno tenuti a distanza per garantire la privacy degli ospiti
della struttura e dei loro familiari. Oltre che dell’ex premier. Berlusconi sarà seguito da un’educatrice - hanno spiegato nei giorni scorsi i dirigenti
della Sacra Famiglia - e svolgerà attività di aiuto ai malati, simili a quelle che fanno in genere i volontari. L’ex premier dovrebbe arrivare accompagnato dalla sola scorta che, però, attenderà fuori dalla struttura nelle quattro ore di permanenza all’interno del San Pietro: dovrebbe trattenersi nell’istituto fino alle 13,45 e non è escluso che partecipi al momento del pranzo. Tornando al capitolo media, tra le testate accreditate anche le principali agenzie internazionali, France Presse e Reuters, l’emittente privata giapponese Fuji, quella tedesca Rtl e l’agenzia di stampa turca Iha.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kobra12

    09 Maggio 2014 - 09:09

    Tutto pronto per lo show. Aumentate anche le richieste di accesso dei parenti dei degenti.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    09 Maggio 2014 - 09:09

    Lo aveva detto: con me mai l'Italia aveva goduto di tanta notorietà all'estero

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    09 Maggio 2014 - 09:09

    Non si riabilita più, troppo abituato ai reati. Ma voi bananas come fater senza vergogna a dirvi ancora per lui?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media