Cerca

Rivolta su Facebook

Milano, la protesta delle mamme contro il pedofilo a piede libero: "Occhi aperti e spranghe in mano"

Milano, la protesta delle mamme contro il pedofilo a piede libero: "Occhi aperti e spranghe in mano"

Lo hanno fermato due volte per molestie su minori. Nonostante questo, è ancora a piede libero. Alcune mamme milanesi, preoccupate per l'incolumità dei propri figli, hanno deciso di fare fonte comune. Roberta D'Amato, 38 anni, ha deciso di postare una foto di quest'uomo su Facebook per mettere in guardia le famiglie del suo quartiere: "Questo è il pedofilo rilasciato per la seconda volta nonostante sia stato beccato in flagranza di reato. Gira sempre in largo Marinai d’Italia. Occhi aperti e spranghe in mano", recita il messaggio che ha già ricevuto più di 500 condivisioni. 

I precedenti - Il molestatore, come racconta il Corriere della Sera, ha 20 anni e indossa una divisa del 118 anche se non fa più il volontario da tempo. Domenica scorsa - racconta una mamma della scuola elementare Corridoni - ha adescato una bambina di 7 anni al parco, l'ha portata con sé dietro un cespuglio e le ha scattato delle foto. Un caso simile, si era verificato lo scorso gennaio. Il giudice ha però deciso di ordinarne la scarcerazione e ora il giovane si trova agli arresti domiciliari. Una misura che, però, non basta a placare la preoccupazioni dei cittadini.

La rivolta delle mamme - Sul web, intanto, si è sollevata la rivolta delle madri che chiedono di dare l'allarme a chiunque avvisti il pedofilo: "Il soggetto frequenta scuole, parchi e oratori della nostra zona, si guadagna la fiducia dei genitori con atteggiamenti amichevoli ed apparentemente inoffensivi e poi, appena può, agisce, prendendo di mira le bambine. È importante che vengano segnalati alle autorità tutti gli episodi sospetti, di cui molti sono stati testimoni, che presi singolarmente non hanno peso, ma messi insieme possono delineare meglio il comportamento della persona in questione". Gli inquirenti, però, invitano a mantenere la calma e assicurano che, dato che l'indagine è ancora in corso, potrebbero presto arrivare nuovi provvedimenti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • oenne

    12 Maggio 2014 - 17:05

    avete dimenticato il giudice "" tempo fa" che smanettava il pene di un pastorello al cinema ?? ebbene ebbe una promazione ____ viva i giudici _ viva itaka

    Report

    Rispondi

  • Massimo Simon

    12 Maggio 2014 - 17:05

    Ai "signori" della procura di Milano interessa solo Berlusconi, tutto il resto, per loro, è normale attività,

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    12 Maggio 2014 - 15:03

    Alla procura di Milano interessano solo politici e gente di destra. Ladri, assassini, pedofli per loro sono brava gente da lasciare libera in modo che commetta altri crimini.

    Report

    Rispondi

blog