Cerca

Le rivelazioni e la fuga

Ciro Esposito, tifoso del Napoli, si è svegliato: "Non ho fatto nulla perché mi vogliono arrestare? Io sono scappato"

Ciro Esposito, tifoso del Napoli, si è svegliato: "Non ho fatto nulla perché mi vogliono arrestare? Io sono scappato"

Nove giorni di agonia tra la vita e la morte. Ora Ciro Esposito, tifoso del Napoli colpito dai colpi di arma da fuoco durante gli scontri tra ultras a via di Tor di Quinto a Roma prima della finale di Coppa Italia, si è svegliato. E ha cominciato a raccontare la sua verità. "Ciro sta meglio- afferma Antonella Leadri - comincia a respirare da solo e questa è già una grandissima cosa. La prima cosa che mi ha detto è stata 'non ho fatto nulla'. E' ancora in stato confusionario e scambia gli infermieri per dei soldati che secondo lui lo hanno aggredito. Ripete di non aver fatto nulla e poi piange".

La paura di Ciro - Nonostante l'effetto dei sedativi, Ciro vuole parlare e dal suo letto al policlinico Gemelli nel reparoto di terapia intensiva, inizia a ricordare i minuti di guerriglia di quel 3 maggio, culmunati con il ferimento di tre supporter azzurri ( tra cui lui) e l’arresto di un ex ultrà della Roma, Daniele De Santis, accusato di tentato omicidio. Inizalmente scoppia in lacrime: "Zio, aiutami, mi vogliono portar via! Perché mi vogliono arrestare? non ha fatto nulla di male", ha detto ad Eduardo, il fratello della madre che nella vita indossa la divisa.Il ragazzo è infatti sotto stato d'arrestato formale con l'accusa di rissa. Dopo la paura inizia il racconto.

La rivelazione e la fuga - Un altro zio, Vincenzo Esposito riporta la verità di Ciro: "Mio nipote sostiene di essersi allontanato di corsa – racconta – è stata una delle prime cose che ha detto: 'Zio, sono scappato. Poi non ricordo più niente'. Sono parole confuse, è ancora frastornato dai medicinali. Però inizia a ricordare quei frangenti". La versione del ragazzo sarà inserita nei fascicoli aperti dai pm della Procura di Roma. Ciro, con ogni probabilità, sosterrà di esser scappato dopo i tafferugli e di esser stato poi colpito dall'uomo che avrebbe premuto il grilletto contro i tifosi del Napoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog