Cerca

Vergogna italiana

Rispedì i marò in India: Mario Monti denunciato

Esposto di un ex generale: Girone e Latorre furono di fatto "estradati" in un Paese dove vige la pena di morte

Rispedì i marò in India: Mario Monti denunciato

Un esposto alla magistratura per individuare i responsabili del governo Monti che hanno rimandato in India i due marò nonostante sia un Paese dove vige la pena di morte. Lo presenteranno nei prossimi giorni l'ex generale Fernando Termentini ed altri fan dei fucilieri del San Marco. La notizia è riportata dal quotidiano "Il giornale" che riporta anche alcuni stralci dell'esposto sostenuto anche dall'ex ministro degli Esteri del governo Monti, Giulio Terzi di Sant'Agata. I fatti del lontano febbraio di due anni fa sono avvenuti "a bordo di natante a quel momento battente bandiera italiana denominata Enrica Lexie. Avuto riguardo ai principi correnti in materia di diritto internazionale, (...) parrebbe, quindi, pacifica la giurisdizione dello Stato italiano". E invece i marò sono sempre trattenuti in India.

Ma l'aspetto più grave evidenziato nell'esposto redatto dall'avvocato Luca Biagi è che "Latorre e Girone furono riconsegnati all'India, che a oggi attribuisce loro ipotesi di reato punibili anche con la pena capitale in contraddizione con quanto prevede nello specifico la Costituzione italiana". L'esposto cita una sentenza della suprema Corte che ritiene "la semplice garanzia formale della non applicazione della pena di morte atto insufficiente alla concessione dell'estradizione". Al momento di dimettersi dal suo incarico di ministro degli Esteri, Giulio Terzi criticò aspramente il presidente del Consiglio Monti per la gestione dell'affaire Marò e in particolare per la decisione di rimandarli a Kochi al termine di un breve periodo di "vacanza" in Italia del Natale 2012.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scrofalone

    16 Ottobre 2014 - 08:08

    Niente denuncia, tanto non gli faranno niente. Caricatelo su un aereo e paracadutatelo in India. E che ci rimanga per sempre!

    Report

    Rispondi

  • afadri

    04 Settembre 2014 - 18:06

    sempre più emerge che il premier Monti avesse poca considerazione per i due militari chiamati a difendere intessi italiani in luoghi stranieri. Adesso lo si chiami alla cassa per pagare il conto di una condotta che definire scellerata è ancor poco. Anche il Passera deve passare alla cassa. altro che ...presentarsi in politica come una verginella.!

    Report

    Rispondi

  • mabo20131938

    02 Settembre 2014 - 21:09

    Sono passati oltre due anni : Mi piacerebbe sapere che fine ha fatto l'esposto-denuncia presentato a suo tempo, presso la procura, nei confronti degli esponenti del Governo Monti, per aver consegnato i nostri fucilieri nelle mani di un paese che contempla la pena di morte (Suprema Corte: la semplice assicurazione della non applicazione della pena atto insufficiente per la estradizione).

    Report

    Rispondi

    • er sola

      04 Settembre 2014 - 22:10

      Che fine vuoi che abbia fatto? Sono tutti in combutta tra di loro. Ci vorrebbe un atto di orgoglio da parte del popolo ma, in troppe occasioni ci siamo dimostrati dei vigliacchi che subiscono ogni genere di cose… in fondo ci basta il pallone per risolvere tutti i nostri guai. Povera Italia!!

      Report

      Rispondi

  • politel

    01 Agosto 2014 - 17:05

    PURTROPPO nessuno aveva le traveggole, tutti conoscevano la realtà molti stavano zitti......................

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog