Cerca

Nome scomodo

Per fregare Berlusconi ora nell'inchiesta di Parma spunta ancora la escort Nadia Macrì

Per fregare Berlusconi ora nell'inchiesta di Parma spunta ancora la escort Nadia Macrì

Nadia Macrì

Nadia Macrì torna in mezzo alle cronache, guarda caso, ad un mese dal voto. La bufera giudiziaria che ieri si è abbattuta su Parma e sull'ex sindaco del Pietro Vignali sta per gonfiarsi nella solita inchiesta che tira in mezzo Silvio come fosse un ingrediente irrinunciabile in bel piatto indigesto. La tesi della procura è abbastanza pirotecnica. Vignali, arrestato per corruzione, aveva paura di un ciclone di controlli da parte della guardia di finanaza nelle stanze e nei cassetti del comune di Parma. Sempre secondo la procura Vignali, teso e impaurito, avrebbe cercato protezione da parte del Pdl per cercare di dare un freno alle inchieste. Vignali avrebbe cercato di mettersi in contatto sia con Dennis Verdini che con lo stesso Silvio Berlusconi. E qui arriva il colpo di scena. Secondo la procura per contatatre Silvio, Vignali avrebbe chiamato Nadia Macrì. La procura afferma che Vignali e Berlusconi avrebbero chiamato insieme la Macrì.

Chi è Nadia Macrì -  Nadia, 29 anni, escort professionista, è stata conosciuta dal grande pubblico nell'autunno 2010, quando la militante Pdl Perla Genovesi fa per la prima volta il suo nome di fronte ai magistrati di Palermo. Poi Nadia diventa celebre grazie ad un'intervista rilasciata ad Annozero in cui ha raccontato di aver preso parte ad alcune feste ad Arcore e a Villa Certosa. Da quanto risulta dalle indagini e dall'arresto di Vignali, Berlusconi e Verdini non hanno dato nessuna mano all'ex sindaco e soprattutto la telefonata con la Macrì non ha nulla di penalmente rilevante. L'impressione è che si tiri in mezzo la Macrì solo per associarla ancora una volta al nome di Silvio Berlusconi. 

Ghirardi indagato - Intanto tra gli indagati a Parma c'è anche il presidente del Parma Calcio Tommaso Ghirardi. Secondo le indagini della procura avrebbe ottenuto uno sconto sull'affitto dello stadio dal Comune in cambio della 'cessione' di un addetto stampa all'ex sindaco Pietro Vignali. Tra gli altri indagati molti inoltre sarebbero dipendenti del Comune o di società partecipate. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kIOWA

    17 Gennaio 2013 - 21:09

    per il partito della gnocca sono sempre disponibile.

    Report

    Rispondi

  • kIOWA

    17 Gennaio 2013 - 21:09

    sacrosanto diritto,come uomo che ancora gli tira,di accompagnarsi con tutte le Signore che crede PuntoNon risulta che lo stesso abbia pagato le sue amiche con danaro Pubblico.Frisullo, e non solo Siii!!!

    Report

    Rispondi

  • cuciz livio

    17 Gennaio 2013 - 18:06

    E' da parecchio che esiste uno stretto filo che lega i magistrati italiani alle mignotte italiche ecco perchè sono contro la riforma della giustizia e contro la tassazione delle loro consanguinee-parenti-amiche-collaboratrici

    Report

    Rispondi

  • Renatino1900

    17 Gennaio 2013 - 17:05

    Postato da Gancherro | 19:55 10/08/2012 Occhioni del lemure Come si fa a non innamorarsi degli animali. Essi ci chiedono solo un po' d'amore e compagnia. E poi mi sono veramente rotto le scatole di vedere sempre le squallide faccie dei nostri governanti, in primis il retorico bla-bla napolitano, a seguire monti (sobrio e parla inglese fkuente...capirai!!) e la degna complice elisa piagnona fornero (peggio del'arsenico!). Caro piccolo lemure, mi hai regalato due minuti di commozione! Grazie. è lei che ha scritto: "fkuente"? COGLIONE! topino sfigato. ma tutti qua i vecchi coglioni devono postare? "fkuente" scrive...IDIOTA!!! e non è l'unico errore, maestrino dei miei COGLIONI! povera leghista IDIOTA!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog