Cerca

Le vacanze movimentate

Luca Barbareschi denuncia una skipper : "Stava sempre nuda e mi minacciava"

Luca Barbareschi denuncia una skipper : "Stava sempre nuda e mi minacciava"

Doveva essere una vacanza tra amici a bordo di una yacht per festeggiare l'elezione a deputato nelle fila del Pdl di Silvio Berlusconi, grazie ai voti presi nella circoscrizione in Sardegna. Ma si è rivelata un vero e proprio incubo per Luca Barbareschi, attore e politico, che, perseguitato e bersagliato da telefonate e messaggi di una skipper, è approdato addirittura al tribunale penale di Piazzale Clodio a Roma.

La vicenda - Tutto inizia nel 2008 su una piccola imbarcazione a Porto Cervo e prosegue per le coste ponzesi. Come è solito fare, Barbareschi, affitta uno yacht per le vacanze in compagnia di alcuni amici. La società che affitta la nave fornisce però anche il personale di bordo, tra cui l'imputata, una signora olbiese di 42 anni, skipper di professione, l'equivalente di un comandante, che dovrebbe occuparsi della navigazione. Ma il suo comportamento secondo la denuncia di Barbareschi pare essere molto distante da quello consono alla sua professione. Infatti, durante la traversata, tra Porto Cervo e le coste ponzesi, Barbareschi rimane sorpreso dal comportamento dalla skipper che spesso si aggira in topless tra gli ospiti del mega panfilo e quando si attracca in alcuni porti, la sera fa tardi e si intrattiene con alcuni suoi amici. Barbareschi però non sembra gradire il suo spirito libertino e intraprendente e stufo, una volta sbarcati a Ponza, scarica la la donna sul molo, e riparte senza il comandante dell'imbarcazione. Ma la donna non ci sta e da quel momento, tempesta di messaggi l'attore e lo perseguita per almeno due mesi. Messaggi, quelli oggetto dell'indagine del pubblico ministero Delia Caria, come: "Ora ti sputtano io. Scrivo ai giornali scandalistici. Tu non hai pagato niente in realtà e io ho tutte le tue foto".

La difesa - Questa è stata la ricostruzione della vicenda, raccontata da Luca Barbareschi, in aula di tribunale a Roma, nella mattinata del 6 giugno, contro il comandante che deve rispondere dell'accusa di ingiuria, minaccia e molestia. Il legale della donna, Cesare Antetomaso, però, non ci sta: "Tra Barbareschi e la mia assistita c'è stato un rapporto, quanto meno di lavoro, nell'ambito del quale lo stesso ha deciso, non soddisfatto di come la mia cliente assolvesse il ruolo di skipper sulla sua imbarcazione, di farla scendere dalla stessa sull'isola di Ponza, lasciandola quindi ben lontana dalla Sardegna, sua regione di residenza. Da lì è scaturito uno scontro verbale nel quale i toni sono stati probabilmente troppo accesi, ma comunque originati da un fatto ingiusto, ossia proprio l'allontanamento". Secondo il parere dell'avvocato non ci sarebbero gli elementi utili per la configurazione del reato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dafe63

    17 Marzo 2015 - 11:11

    barbareschi andrebbe arrestato e ingabbiato a vita! Sei un verme!

    Report

    Rispondi

  • jborroni

    27 Febbraio 2015 - 19:07

    Barbareschi/////squallido arrampicatore della politica per meri fini personali. fancazzista solo dannoso al paese che lo foraggia quando ci disferemo di questi inividui, veri caratteri da avanspettacolo?

    Report

    Rispondi

  • flikdue

    08 Giugno 2014 - 16:04

    Per quanto mi riguarda ...... del Barbareschi e della skipper non me ne frega una beata minchia !!!!!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    08 Giugno 2014 - 14:02

    Ma trombarsela no?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog