Cerca

Il verdetto

Caso Scajola, l'ex ministro ai domiciliari, la Rizzo resta in carcere

Caso Scajola, l'ex ministro ai domiciliari, la Rizzo resta in carcere

Claudio Scajola andrà agli arresti domiciliari nella sua casa di Imperia. E' questa la decisione del tribunale di Reggio Calabria che ha accolto in parte il ricorso dei legali dell'ex ministro, Giorgio Perroni e Elisabetta Busuito, che inizialmente avevano chiesto la scarcerazione. Il verdetto dei giudici è stato depositato stamattina. Lo stesso tribunale tornerà a discutere di Scajola il 19 giugno, quando sarà discusso l’appello dei pm contro la decisione del gip di non riconoscere l’aggravante del concorso esterno in associazione mafiosa chiesto dalla Dda per l’ex ministro.

La Rizzo resta in carcere - Resta invece in carcere Chiara Rizzo, la moglie di Amedeo Matacena, come stabilito dagli stessi giudici calabresi che hanno rigettato il ricorso presentato dagli avvocati Alfredo Biondi e Bonaventura Candido. Quest’ultimo si sta recando in carcere per comunicare la decisione del riesame alla sua assistita. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquasimplex

    13 Giugno 2014 - 15:03

    Scajola ai domiciliari. Di cosa soffre? Di picolla?

    Report

    Rispondi

  • antari

    13 Giugno 2014 - 12:12

    Manca solo una cosa: il carcere per il delinquente latitante Matacena che, fa piacere ricordarlo, era in parlamento con il PdL.

    Report

    Rispondi

blog