Cerca

L'Italia si mobilita

Marò, la manifestazione a Roma: "Liberi subito"

Marò, la manifestazione a Roma: "Liberi subito"

Non si arresta la solidarietà dei vip ai due marò. Dopo Al Bano Carrisi, Pino Aprile, Minghi e Solange, in vista della mega manifestazione di domani, ora anche altri personaggi del mondo dello spettacolo rispondono all'appello dell'Unsi (Unione nazionale sottufficiali d'Italia) e si schierano dalla parte dei due fucilieri di Marina trattenuti ingiustamente in India. Molti gli attestati di affetto che il portavoce dell'associazione, Gennaro Galantuomo, ha raccolto nella giornata di ieri. «Mi auguro che siano riconosciuti innocenti. Liberi subito», ha scritto la giornalista Silvana Giacobini nella mail inviata all'Unsi.

Seguita da quella del sociologo Francesco Alberoni che ha chiarito: «Ritengo che questa sia una questione da portare davanti all’assemblea delle Nazioni Unite, come segno di gravissimo atto di inciviltà. È un problema generale - ha proseguito - non è solo un problema giuridico tra India e Italia. Bisogna che l'Onu stabilisca qual è il comportamento più civile e l'India non deve processare degli innocenti. Gli altri Stati devono portare appoggio e sostegno all'Italia. Il mio è un invito all'India a liberarli in modo definitivo».

Anche Cristiano De Andrè è intervenuto sulla questione, in occasione della manifestazione di domani pomeriggio. «Speriamo tanto in un'azione incisiva dell'Italia per risolvere questo problema così delicato. Potrei dire forza Italia, soprattutto in questo caso, prendendo spunto anche dalla frase in ambito tifoseria calcistica per i mondiali». Sulla stessa linea lo psicologo Alessandro Meluzzi: «La vicenda dei marò ci ricorda parole fondamentali nella convivenza di un popolo, come dignità, coraggio, senso di abnegazione, amore per la Patria, capacità di mantenere, al di là di ogni cosa, la parola data».

Il coinvolgimento del mondo dello spettacolo è stato possibile grazie al lavoro di Salvo Nugnes, agente di molti personaggi. Tra i gesti d’affetto nei confronti dei marò anche quello di Davide Pizzolato, imprenditore proprietario del marchio Squadratlantica, il brand dedicato al mondo dell'aviazione storica. Ha inviato due maglie ai due fucilieri e scritto a Paola Moschetti, compagna di Latorre: «Massimiliano e Salvatore sono come i soldati dell'8 settembre 1943, come Moro, Dalla Chiesa, Falcone e Borsellino, servitori della Patria spediti in guerra, a combattere il terrorismo, la mafia, a presidiare le aree di crisi, per poi essere abbandonati al loro destino, barattando la loro dignitá e le loro stesse vite alle superiori leggi degli interessi di uno stato carnefice e ultima vittima di se stesso. Ma anche se abbandonate, queste persone non sono e non possono essere dimenticate, perché é in questi uomini e queste donne, nelle loro azioni, nel loro servire la Patria che risiede la dignitá di un Paese».

Intanto il cantante Ron ha inviato un videomessaggio di sostegno ai marò. E il presidente dell'Unsi, Roberto Congedi, ha detto a Libero: «Ringrazio a nome dell'Unsi tutti gli artisti che stanno aderendo alla nostra iniziativa, perché stanno cogliendo appieno il significato di italianità e del dramma umano che i colleghi Girone e Latorre insieme tutti i loro familiari stanno vivendo da oltre due anni. Le nostre iniziative non si esauriranno con questa manifestazione». Intanto l'istituto italiano di cultura e l'ambasciata d'Italia a New Delhi hanno lanciato un'iniziativa per permettere agli appassionati di calcio di New Delhi di seguire tutte le partite dei Mondiali in Brasile su un maxischermo collocato nel giardino di Diva, il ristorante interno specializzato nei piatti tradizionali della cucina italiana». Da lì, se vorranno, Max e Salvo potranno vedere i mondiali di calcio. Alla manifestazione parteciperanno anche alcune rappresentanti dell'associazione traduttrici per sordomuti, che, secondo quanto spiegato da Paola Moschetti, «si sono rese disponibili nel caso in cui ci ne sia la necessità di un loro contributo». Saranno infine presenti il vicedirettore di Libero, Franco Bechis, il direttore de Il Tempo, Gianmarco Chiocci e un altro rappresentante de Il Giornale, quotidiani con la cui collaborazione la manifestazione è organizzata.

di Chiara Giannini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • TOMMA

    14 Giugno 2014 - 14:02

    E i novelli magliali che governano -com'è noto più uguali degli altri animali- comincino da subito a ritirare i colleghi dei Marò in servizio sulle navi mercantili che navigano in zone pericolose. Le chiacchere vanno bene per quelli del granducato: a noi servono i fatti!

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    14 Giugno 2014 - 14:02

    Alla manifestazione potrò essere solo presente idealmente, ma, all'inizio di questa storia ho invitato tutti i miei contatti ad inviare una mail all'ambasciata indiana a Roma e, pure a qualche politico di questa italietta.

    Report

    Rispondi

  • TOMMA

    14 Giugno 2014 - 14:02

    anna 17. Si legga l'intervista a De Mistura sul Giornale di oggi e capirà che chi ha creato questo disastro non è stato Lui, anzi s'è pure dimesso, cosa che non mi risulta essere tanto solita fra i buffoni.

    Report

    Rispondi

    • Anna 17

      Anna 17

      14 Giugno 2014 - 21:09

      purtroppo Lei sembra fuori come un balcone e troppo dentro alle cose. Come si fa a difendere degli indifendibili ciarlatani, non solo De Mistura non ha raggino alcun risultato, ma è stato pure premiato. Lei è solito premiare quelli che non hanno risultati o che li hanno? Si risponda e se riesce tragga delle conclusioni.

      Report

      Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    14 Giugno 2014 - 08:08

    Tranquilli, questi due ns. militari sono stati abbandonati da politici arroganti, piccoli e schifosi. Finchè Napolitano premierà per quanto fatto, un De Mistura che non ha fatto nulla, finchè uno schifoso come Monti rimanda indietro i ns. militari per soldi e finchè un imbelle Letta e co se ne è fregato altamente, come si può avere fiducia in uno stato con questi politici??

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog