Cerca

Oggi la manifestazione a Roma

Berlusconi: "Farò di tutto per riportare a casa i nostri Marò"

Latorre e Girone

"I fucilieri di Marina Latorre e Girone hanno dimostrato la sopravvivenza di uno Stato sano, ancora in grado di fregiarsi del rispetto dei propri connazionali: uno Stato composto da cittadini capaci di donare se stessi, la propria libertà e la propria serenità senza chiedere nulla in cambio, andando oltre le burocrazie e le più intricate contingenze". Lo sottolinea Silvio Berlusconi in un intervento sul quotidiano il Tempo, riferendosi ai "due connazionali che hanno tenuto un comportamento davvero esemplare che onora la nostra Patria".

Senso dello Stato - Dai due fucilieri arriva "un dono assai grande", "simbolo di uno Stato vero, tale perché costruito da individui e famiglie innamorate del proprio paese, della sua libertà e del suo futuro. Sono certo di non scadere nel retorico: da oltre due anni - scrive Berlusconi nell’intervento, intitolato ’Con Massimiliano e Salvatore rinasce il senso dello Stato'- i codici e le formule delle Forze Armate italiane hanno ritrovato senso per tanti civili di questo paese".

A Roma - "La mobilitazione di oggi", alle 16.45 alla Bocca della Verità, "ne è - per Berlusconi - una piena testimonianza. Per parte mia, farò tutto ciò che mi sarà possibile per riportare Massimiliano e Salvatore a casa, anche attraverso quei canali personali che ho costruito in tanti anni d’impegno in politica estera. Rivolgo un pensiero affettuoso a tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione di questa manifestazione, a tutti coloro che vi parteciperanno e  soprattutto a Massimiliano e Salvatore, alle loro famiglie e ai loro cari", conclude Berlusconi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aquila azzurra2

    16 Giugno 2014 - 14:02

    berlusconi ha la chiave di accesso per sbloccare i marò: il suo amico putin a cui gli indiani non possono negare una richiesta per gli intrecci d'interessi

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    15 Giugno 2014 - 23:11

    Berlusconi: : dichiaro' guerra all'India'' Così si fa l'indiano----

    Report

    Rispondi

  • arwen

    15 Giugno 2014 - 12:12

    Vedo che molti nn hanno ancora compreso che il nodo della questione nn è la colpevolezza dei 2 militari (tutta da comprovare). La questione è diversa. Le leggi internazionali, sottoscritte anche dall'India, impongono che reati commessi in acque internazionali debbano essere giudicati dal paese di origine del trasgressore. Inoltre, 2 connazionali nn si abbandonano dove ancora regna la pena di morte

    Report

    Rispondi

  • Arrennegau

    15 Giugno 2014 - 10:10

    Di una cosa sono sicuro, se ci fosse Berlusconi al governo, i maró sarebbero sicuramente a casa, anche senza pagamento di tangenti all'India, come invece hanno fatto i vari Monti, Letta e Renzi e senza risultati. Loro sono solo capaci , di far rientrare Dell'Utri (chiaramente pagando il pizzo ai Libanesi) ma non di far rientrare I Maró o, di far rimpatriare Cesare Battisti (pluricondannato )

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog