Cerca

La svolta

Yara Gambirasio: "Individuato e fermato il presunto assassino"

Yara Gambirasio

Si chiama Massimo Giuseppe Bossetti, è un muratore incensurato, abita a Mapello (provincia di Bergamo), è di Clusone e secondo gli inquirenti è l'assassino di Yara Gambirasio, catturato a quasi quattro anni dall'omicidio di Brembate Sopra. "Ignoto 1", oggi ha una faccia. L'uomo, di 44 anni, è il figlio illegittimo di Giuseppe Guerinoni, ed la persona nel mirino degli inquirenti da mesi. Bossetti, ha spiegato il suo legale, "nega tutto e si è avvalso della facoltà di non rispondere". Silvia Gozzetti, nominata d'ufficio, ha aggiunto: "Gli viene contestato l'omicidio di Yara Gambirasio, non ho ancora letto tutti gli atti. Aspettiamo le carte della procura. Bossetti - ha specificato - è in stato di fermo e non di arresto e non è stato ancora fissato l'interrogatorio di convalida davanti al gip. Al comando provinciale dei carabinieri di Bergamo è giunta anche la moglie, che si è coperta il volto per evitare di parlare con i giornalisti. L'uomo è stato poi portato al carcere, in via Monte Gleno, chiuso in auto: ai lati una piccola folla di cittadini gridava "mostro" e "a morte".

Il test del dna - Dunque è stato individuato e fermato il presunto killer di Yara. L'uomo è stato scovato dai carabinieri del Ros: il suo dna corrisponderebbe a quello trovato sugli slip della ragazzina uccisa a Brembate Sopra (Bergamo) il 26 novembre 2010 e il cui corpo fu ritrovato dopo tre mesi, il 26 febbraio 2011. Nei confronti del presunto killer è già stato emesso un provvedimento, e in queste ore si trova nella caserma dei carabinieri. La notizia è stata confermata dal ministro dell'Interno, Angelino Alfano: "Le Forze dell'Ordine, d'intesa con la Magistratura, hanno individuato l'assassino di Yara Gambirasio". Alfano ha aggiunto che "secondo quanto rilevato dal profilo genetico in possesso degli inquirenti, è una persona del luogo, dunque della provincia di Bergamo".

Chi è il killer - L'uomo che avrebbe ucciso Yara, secondo quanto si è appreso, ha 44 anni, è sposato, ha tre figli e una sorella gemella. Tra i primi commenti dopo la cattura, quello del sindaco di Brembate Sopra, che all'Ansa ha dichiarato: "Se è vero siamo felici, era un atto dovuto alla famiglia e a tutta la comunità. Da quando è scomparsa di casa, a Brembate, e da quando è stata trovata uccisa a Chignolo Po, attendevamo quel momento. Ringrazio tutti quelli che hanno messo tante risorse in campo per arrivare a questo risultato".

"Non più senza volto" - A distanza di quasi 4 anni dal terribile omicidio, dunque, non esisterebbe più "ignoto uno": il killer è stato identificato. Da tempo le indagini erano indirizzate sul figlio illegittimo di Guerinoni, autista di autobus morto nel 1999. Per individuare "ignoto uno" c'è voluto molto tempo, e anche un pizzico di fortuna: gli inquirenti non hanno mai mollato, proseguendo nei controlli del dna a tappeto che avrebbero permesso di individuare il responsabile della morte di Yara. "Nelle prossime ore - ha aggiunto Alfano - saranno forniti maggiori dettagli. Ringraziamo tutti, ognuno nel proprio ruolo, per l'impegno massimo, l'alta professionalità e la passione investiti nella difficile ricerca di questo efferato assassino che finalmente non è più senza volto". Il corpo di Yara, nel 2011, venne ritrovato per pura casualità dopo mesi di indagini infruttuose: un aeromodellista al rinvenne dopo che il suo modellino finì proprio accanto al suo cadavere in un campo di Chignolo d'Isola, a una decina di chilometri dal luogo della scomparsa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • numetutelare

    17 Giugno 2014 - 17:05

    Bene il quadro é questo, lui pare sia l'assassino, dovrà dimostrare molto bene che non lo é, ed il DNA verrà confrontato in modo incrociato con tutta la famiglia. Se non risulterà figlio del marito della madre avranno anche una bella gatta da pelare in famiglia, Inoltre questa nomea non se la toglierà facilmente anche se non verrà condannato, in virtù dei troppi indizi che lo fanno sospettare...

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    17 Giugno 2014 - 14:02

    Ho sentito in qualche trasmissione che il fermato sarebbe in qualche modo imparentato con la domestica dei Gambirasio quindi persona forse conosciuta da Yara e famiglia. Considerato che di mestiere fa pure il muratore (trovate tracce di polvere su yara) mi domando come mai non sia stato controllato subito il dna di questo tizio invece di fare l'esame a tutta la popolazione del paese e dintorni.

    Report

    Rispondi

  • sagitter

    17 Giugno 2014 - 07:07

    Il Dr. House

    Report

    Rispondi

  • tinatanzillo

    16 Giugno 2014 - 23:11

    ma scusate ,se questo presunto assassino ha una sorella gemella, potrebbe essere anche lei l'assassina no???

    Report

    Rispondi

    • sdfs

      19 Giugno 2014 - 12:12

      Dal dna si capisce se è un uomo o una donna !

      Report

      Rispondi

    • TIZI67

      17 Giugno 2014 - 13:01

      La sorella gemella secondo te può lasciare dello sperma sui pantaloni della vittima?????!!!!!!!

      Report

      Rispondi

      • yaaa

        17 Giugno 2014 - 16:04

        non era sperma, mi pare sangue ma forse anche solo sudore

        Report

        Rispondi

    • yaaa

      17 Giugno 2014 - 11:11

      dal DNA si vede se uno e' uomo o donna ... ed era uomo

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog