Cerca

L'esame del dna

Omicidio Yara Gambirasio, Massimo Bossetti non è figlio del suo padre legittimo

Omicidio Yara Gambirasio, Massimo Bossetti non è figlio del suo padre legittimo

Massimo Bossetti non è figlio del suo padre legittimo. Lo conferma l'esame del Dna che gli inquirenti hanno svolto comparando il profilo genetico dell'uomo fermato per l'omicidio di Yara Gambirasio con quello del padre Giovanni. L'esito dell'esame è stato negativo, a differenza del confronto con il dna di Giuseppe Guerinoni, l'autista bergamasco morto nel 1999 con il quale Bossetti è risultato geneticamente compatibile quasi al 100%.

In carcere - Domani mattina si terrà l'udienza di convalida per l'arresto di Massimo Bossetti davanti al Gip Ezia Maccora. Il muratore 44enne anche oggi si è avvalso della facoltà di non rispondere al pm Letizia Ruggeri, dopo un'ora e mezza di interrogatorio nel carcere di Bergamo. Bossetti è accusato di omicidio con l'aggravante di aver seviziato il corpo della ragazza di Brembate di sopra e "di aver agito con crudeltà", scrive il pm nella richiesta di convalida dove specifica che l'uomo ha colpito la ragazza con tre colpi al capo e l'ha accoltellata ripetutamente in diversi punti del corpo. Sulla testa di Bossetti pendono tre elementi ritenuti dagli inquirenti schiaccianti: il suo dna che coincide con le tracce biologiche trovate sugli indumenti della vittima, il suo cellulare che ha agganciato la cella in cui si trovava Yara al momento della scomparsa e le tracce di polvere simile a quella che si può trovare nei cantieri edili rinvenute nei polmoni della 13enne nel corso dell’autopsia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rovera

    19 Giugno 2014 - 10:10

    Valpreda, ing. Zornitta, il papà di Ciccio e Tore, colpevoli assoluti che poi si sono dimostrati innocenti. Bisogna andare cauti. devo dire però che se Jara ha il diritto di avere giustizia, bisogna anche avere pietà anche per quei tre bambini figli dell'accusato. Anch'essi hanno dei diritti, o forse solo perché figli di un probabile omicida non si deve avere alcun riguardo verso loro?

    Report

    Rispondi

  • c.camola

    19 Giugno 2014 - 10:10

    Ora credo che se il DNA del sangue trovato sulla ragazza è quello del Sig. Massimo Bossetti è sicura la presenza del Bossetti e il ferimento dello stesso; c'è soltanto che non ci sia presenza di un'altra persona e provvedere di trovare un posto in una cella.

    Report

    Rispondi

  • Enzo47

    19 Giugno 2014 - 07:07

    Buonismo + perdono+ è vittima della società + nessuno tocchi Caino = strage degli innocenti.

    Report

    Rispondi

  • alessandro.spediacci

    19 Giugno 2014 - 07:07

    Con le prove che hanno in mano,che sono solo indiziarie e arrivano da un dna vecchio di 20 anni come traccia 1 un avvocato mediamente bravo li distrugge.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog