Cerca

Il giallo di Brembate

Yara, la sorella di Bossetti: "E' sangue del mio sangue, è innocente"

Yara, la sorella di Bossetti: "E' sangue del mio sangue, è innocente"

Dopo le parole di Massimo Bossetti che davanti al Gip ha negato qualunque responsabilità sull'omicidio di Yara Gambirasio, arriva la difesa della sorella gemella, Letizia Bossetti: "Mio fratello è sangue del mio sangue, io lo conosco, lui è innocente". Poi la Bossetti parla anche del dna del fratello e del suo. Anche lei è figlia illegittima, il suo padre naturale è Giuseppe Guerinoni: "Non sapevo di avere un altro padre, ma per me mio padre è quello che mi ha cresciuta. Qui in famiglia stiamo male, è una tragedia, ma ci sentiamo vicini ai genitori di Yara Gambirasio". Insomma attorno a Bossetti la famiglia fa quadrato. L'avvocato di Bossetti intanto ha spiegato che il suo assistito ha dichiarato la sua "innocenza e non si spiega il perché il suo Dna sia stato trovato sugli indumenti di Yara. Vedremo di dimostrarlo durante il processo". L'avvocato, infine, ha ha detto che il suo assistito non conosceva Yara. Bossetti, nel suo interrogatorio davanti al gip, ha spiegato di non aver mai visto Yara Gambirasio. Il muratore ha detto di aver visto il padre della ragazza una volta sola dopo la sua morte. Il legale ha poi aggiunto che Bossetti non sapeva "di essere figlio illegittimo" e inoltre ha detto di non aver mai incontrato Yara e di aver conosciuto il padre della ragazzina solo dopo i fatti". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aifide

    19 Giugno 2014 - 19:07

    L'esame del DNA è solo un indizio e non può costituire prova. Si pensa di risolvere tutto con la biologia, ma è pura illusione. Innanzitutto il "metodo" usato per avere il DNA di Bossetti è un vero e proprio abuso: con la scusa di un test per misurare la percentuale di alcol nel sangue.............. E poi il "clamore" di un individuo, che purtroppo ricopre l'incarico di Ministro dell'Interno......

    Report

    Rispondi

  • ilariagreco77

    19 Giugno 2014 - 18:06

    Non c'è scusa che tenga!.....il Dna non mente e di sicuro non è arrivato lì per opera dello spirito santo!....inoltre frequentava gli stessi posti di Yara...la palestra...il bar! poi mi chiedo: su 18.000 test che hanno fatto per la verifica del Dna su più persone nello stesso paese ....come ha fatto lui a sfuggire?...avrà fatto di tutto per evitarlo!

    Report

    Rispondi

  • stekio80

    19 Giugno 2014 - 17:05

    Non è una semplice nè bella situazione. Io penso che se è stato trovato il suo dna, lui centri. Ma potrebbe essere anche tutto un errore. Non si è mai sbagliato con il confronto del dna? Perchè non ha provato a scappare? E ancora nessuno lo ha mai visto gironzolare attorno alla ragazza, e ancora era solito provarci con minorenni? I quesiti rimangono insieme alla crudeltà della morte premat.di Yara

    Report

    Rispondi

  • GAVIRATI

    19 Giugno 2014 - 16:04

    Dunque : se per caso Bossetti non fosse l'assassino di Yara Gambirasio l'esternazione comunque inopportuna di Alfano spero proprio si rivolga contro di lui e lo porti alle dimissioni - il giudice aveva ben detto che si sarebbe dovuto procedere con cautela !

    Report

    Rispondi

blog