Cerca

L'inchiesta di Brembate

Bossetti: "Posso spiegare perché il mio dna è su Yara"

Bossetti: "Posso spiegare perché il mio dna è su  Yara"

Massimo Giuseppe Bossetti cambia strategia. Continua a proclamarsi innocente, continua a dire che lui con l'omicido di Yara Gambirasio non c'entra nulla. Ma adesso non contesta più il lavoro della Procura, non nega che le tracce trovate sul corpo della ragazzina siano le sue, ma dice che è in grado di spiegare perché il suo Dna è finito sul corpo della tredicenne di Brembate di Sopra. Una rivelazione che apre nuovi inquietanti scenari. Una svolta che sarà il cuore della sua strategia difensiva e su cui i suoi avvocati Silvia Gazzetti e Claudio Salvagni tengono il più stretto riserbo. La notizia è stata diffusa dal quotidiano Repubblica. Come Bossetti giustificherà la presenza del Dna sul  corpo della povera vittima? Che tipo di spiegazione darà? E soprattutto basterà a scagionarlo dall'accusa terribile? Bossetti ha detto che si sente come Fikri, il muratore marocchino fermato dopo l'omicidio e poi scagionato: "Mi sento come lui, ne uscirò presto". Ma Fiikri è stato scarcerato perché su di lui pendeva l'errore marchiano di un interprete. Contro Bossetti c'è l'incontrovertibilità della scienza e della tecnologia. Lui sostiene di poter spiegare tutto. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • puccetta

    26 Giugno 2014 - 15:03

    Per chi conosce la legge di altri Paesi è facile affermare che, spiacenti, ma quella prova di DNA, oltre tutto temo non ripetibile, vuol dire davvero poco per una certezza di colpevolezza. Sulla scena del delitto ha pisciato persino il cane della schifosa, come si dice dalle mie parti. Per non parlare del fatto che non si sa di che tipologia di traccia stiamo parlando: sangue, saliva, sudore, ecc.

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    25 Giugno 2014 - 23:11

    ...non è che la ragazza si fosse invaghita di qualcuno...tutta palestra,casa e Chiesa ?....se dice che ha delle spiegazioni che dirà..? che gli ha dato un passaggio..? dve essere molto reale perchè se no è un boomerang..

    Report

    Rispondi

  • marari

    25 Giugno 2014 - 17:05

    Un famoso penalista mi diceva." Il mio cliente, se colpevole, deve proclamarsi innocente anche con me, solo così potrò difenderlo". Mi sembra una tattica consolidata.

    Report

    Rispondi

  • leoantonio37238

    25 Giugno 2014 - 14:02

    Accidenti che guaio. Meglio dare l' impressione di essere un tonto, e non combinare neanche guai di piccolo cabotaggio, che trovarsi al centro di un guaio infinito. [YARA]. Ultra_Ratio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog