Cerca

Tangenti a Venezia

Mose, il gup respinge il patteggiamento di Orsoni

Mose, il gup respinge il patteggiamento di Orsoni

Niente patteggiamento. Il gup, giudice unico per le indagini preliminari, ha respinto la richiesta dei legali del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, che avevano concordato una pena di 4 mesi e 15mila euro di multa. Secondo il gup "la pena è incongrua rispetto alla gravità dei fatti". Orsoni è sotto indagine per la vicenda delle tangenti legate alla realizzazione del Mose, il sistema di dighe poste a protezione della città lagunare.

L’ex sindaco non era in aula e ha saputo della decisione dal proprio legale, Daniele Grasso: "Non so ora da dove si parta, prenderemo le decisioni assieme al mio assistito", ha detto a caldo l’avvocato. "Ci sono comunque le condizioni per affrontare un processo; il patteggiamento ormai
non esiste più", ha aggiunto. Dalla procura, invece, filtra che sarebbe stata preferibile "una pena certa oggi, anche se minima, piuttosto che una pena più pesante alla quale probabilmente non si sarebbe mai arrivati considerato il rischio di prescrizione del reato"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • flikdue

    28 Giugno 2014 - 15:03

    Finalmente ..... è ora che vadano in galera anche i comunisti. Ops. ..... dimenticavo Penati ormai prescritto, Finirà per le lunghe anche questa volta con una bella prescrizione.

    Report

    Rispondi

  • zuma56

    28 Giugno 2014 - 15:03

    Nuova lettera di Napolitano ?

    Report

    Rispondi

  • alvit

    28 Giugno 2014 - 14:02

    Comodo prendere le mazzette, girare i soldi al partito pd e poi patteggiare. Il gup dovrebbe ora denunciare il partito dei ladroni, e farsi restituire i soldi che si sono intascati. Vuoi vedere che il soccorso rosso era in ferie??? e penati????e lusi, e greganti e errani e gay1 ventolo ecc...ecc...

    Report

    Rispondi

    • fonty

      fonty

      28 Giugno 2014 - 15:03

      Infatti, se il ladrone dice di aver passato la grana al partito, bisogna indagare e tirare a processo anche il partito che "non poteva non sapere". Non si può non farlo, la giustizia è già poco credibile, così diventa una barzelletta.

      Report

      Rispondi

  • Vittoriese

    28 Giugno 2014 - 13:01

    Ha ragione il Gup non é un reato bagattellare.........

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog